VOLO CANCELLATO O IN RITARDO? Hai diritto al rimborso!

VOLO CANCELLATO O IN RITARDO? Hai diritto al rimborso!

28 Agosto 2019 Off Di Salvatore Cappai

Il tempo è denaro!

Probabilmente è questo l’adagio che meglio descrive la condizione dell’uomo moderno. In un mondo che corre veloce il tempo è una risorsa assai preziosa, che non ci si può permettere di sprecare.

Già quando attendiamo per qualche minuto un amico ritardatario proviamo fastidio, iniziamo a fare qualcos’altro, magari – come nel mio caso – a mandare una mail di lavoro.

Quindi, sappiamo tutti benissimo quanto possa essere spiacevole attendere ore ed ore in aeroporto un volo in pesante ritardo o, peggio, che venga cancellato o ancora che ci sia impedito l’imbarco.

In questi casi, almeno, a compensazione del fastidio, il tempo può diventare davvero denaro.

La normativa dell’Unione Europea (Regolamento CE 261/2004), infatti, garantisce ai passeggeri una serie di tutele differenziate a seconda del disagio subito.

Te ne riporto brevemente alcune qui di seguito:

  • innanzitutto, la compagnia aerea deve metterti a disposizione snack e bevande se il volo ha un ritardo di più di:

  • due ore per le tratte aeree pari o inferiori a 1500 km;

  • tre ore per le tratte aeree comprese tra i 1500 e 3500 km;

  • quattro ore per gli altri voli internazionali.

  • se il tuo volo viene posticipato al giorno successivo, la compagnia aerea deve provvedere alla tua sistemazione in albergo per il pernottamento, con pagamento delle eventuali necessarie spese per gli spostamenti;

  • se poi il tuo volo ha accumulato un ritardo superiore alle tre ore o è stato cancellato o, ancora, ti è stato negato l’imbarco, oltre all’eventuale rimborso del volo o della messa a disposizione di un volo alternativo:

hai diritto ad una “COMPENSAZIONE PECUNIARIA”, ovvero al rimborso delle seguenti somme:

  • per tratte brevi (fino a 1500 chilometri): euro 250;

  • per tratte medie (fino a 3500 chilometri): euro 400;

  • per tratte lunghe (oltre 3500 chilometri): euro 600.

Importante: per avere diritto alla compensazione il ritardo o cancellazione non devono dipendere da causa esterna alla compagnia. Le tutele di cui sopra non si applicano ai voli in partenza da un Paese non comunitario con destinazione un Paese dell’UE operati da compagnie aeree non comunitarie.

Per qualunque info o assistenza: puoi scrivermi alla mail avvocato.cappai@gmail.com

Hits: 47