Tempo d’estate, tempo di spiaggia … ma gli animali ?

Tempo d’estate, tempo di spiaggia … ma gli animali ?

28 Luglio 2019 Off Di Salvatore Cappai

Arriva il tanto atteso periodo delle vacanze estive. Finalmente tutti in spiaggia con amici e familiari! Ma proprio tutti? 


Se vivi con un animale da compagnia e lo consideri a tutti gli effetti un membro della famiglia ti sarai posto di certo questa domanda: potrò portare il mio compagno a quattro zampe in quella bella spiaggia? L’unica risposta che posso darti è: dipende! 
Dalla legge statale il vuoto assoluto; a livello nazionale non esiste alcuna normativa che regoli l’accesso degli animali sul demanio marittimo. In verità, questo silenzio potrebbe anche avvantaggiare tutti coloro che desiderano trascorrere le giornate di mare col proprio pet. Dalla mancanza di un espresso divieto, in teoria, deriverebbe infatti la possibilità di applicare la regola generale valevole per tutti i luoghi pubblici, ovvero (…) libertà di accesso con le poche limitazioni previste (es. cani con guinzaglio e/o museruola ove prescritta). 
Nella pratica, però, questa condizione si verifica assai raramente. In gran parte dei casi sia i gestori degli stabilimenti balneari che regioni e comuni vietano l’accesso degli animali in spiaggia.

Ti sarà utile sapere che le ordinanze dei comuni devono essere motivate e sottoscritte dal sindaco, da un assessore delegato o dal comandante dei vigili urbani e pubblicati sull’albo pretorio comunale. In caso contrario non sono valide. Agli ingressi della spiaggia devono figurare, chiari e ben visibili, i cartelli di divieto (recanti sul retro il numero dell’ordinanza comunale di riferimento e la relativa data di scadenza). In assenza di questi segnali, nessuno potrà sanzionarti o allontanare il tuo pet da una spiaggia pubblica o dalla battigia. Un qualunque bagnante che tentasse arbitrariamente di farti andar via rischierebbe una denuncia per molestie. Soltanto le forze dell’ordine, infatti, hanno la facoltà di chiederti di lasciare la spiaggia, non prima di averti fornito le dovute informazioni circa la presenza dell’ordinanza di divieto. 


In conclusione, per evitare sanzioni salate che possono arrivare sino a 1.500 euro, prima di avventurarti in una spiaggia col tuo animale da compagnia verifica che ne sia consentito l’accesso. Se invece vuoi risparmiarti equivoci o l’insofferenza di vicini di ombrellone poco tolleranti, potrai recarti nelle numerose spiagge che i Comuni stanno destinando agli amici a quattro zampe (spiagge “pet friendly”); spazi, nei quali questi ultimi sono liberi di giocare, nuotare e stare accanto ai loro accompagnatori sotto l’ombrellone. Del resto, non chiedono poi tanto!

 

(Paragrafo estratto dal libro “Noi possiamo entrare! Storie, regole e consigli per una serena vita a sei zampe” di Salvatore Cappai)

 

Riproduzione Riservata

Hits: 332