Sono venuto nella vostra luminosa e splendida terra di Sardegna

Sono venuto nella vostra luminosa e splendida terra di Sardegna

18 Ottobre 2019 Off Di Andrea Agostino

Desidero testimoniarvi innanzitutto la mia stima per il vostro naturale e profondo spirito religioso, che ha avuto come frutto significativo il succedersi, nel tempo, di martiri e di santi, e ha anche oggi, come frutto della fede cristiana accolta e vissuta, il prosperare di comunità di uomini e donne solidali, generosi, laboriosi e ricchi di pietà.

Ed è proprio in questo vostro fondarvi, come singoli e come comunità, sui valori propri del Vangelo che saranno sempre più vinti i condizionamenti dovuti al fatto di abitare in un’isola la cui storia è stata frequentemente un susseguirsi di prove e di sofferenze.

 

34 anni fa San Giovanni Paolo II fece tappa in Sardegna, per tre giorni (18, 19 e 20 ottobre 1985), il papa Giovanni Paolo II, visitò la terra sarda, ovunque accolto con straordinarie manifestazioni di gioia e di entusiasmo. L’ultima e più importante giornata è stata riservata a Cagliari, ove incontrò le Autorità, il popolo, le varie realtà cittadine. Bonaria è il centro di culminante di tutto il viaggio. Centotrentamila o più persone, parteciparono alla celebrazione eucaristica e ascoltando attentamente le parole del Vicario di Cristo, nella Giornata Missionaria Mondiale.

 

“Da tanto tempo, nel quadro dei miei viaggi pastorali in Italia, desideravo venire in Sardegna, e specialmente a Cagliari, in questa città che per il numero dei suoi abitanti, per la sua antichissima storia, per il suo mare, il suo porto, ma specialmente per la sua secolare tradizione cristiana è come una splendida perla incastonata nella vostra bellissima Isola… La fede cattolica dei Cagliaritani è magnificamente testimoniata dall’ardente devozione a Maria Santissima, venerata nel Santuario di Bonaria, dove anch’io domani mi recherò in devoto pellegrinaggio”. “Vivo questa Giornata, qui accanto al Santuario di Nostra Signora di Bonaria, centro principale della devozione mariana di tutti i sardi…”.
“Il mio predecessore Paolo VI, venendo qui pellegrino, volle ricordare la funzione essenziale della Madonna nel piano della salvezza: il consenso che essa dette alla volontà del Padre, – disse- fa parte essenziale del mistero della salvezza. Da Lei abbiamo ricevuto Cristo e mediante Lei possiamo più facilmente andare a Cristo. E’ il pensiero che anch’io voglio lasciarvi, come ricordo di questo mio pellegrinaggio: la devozione alla Madonna fa parte essenziale dei doveri di un cristiano”.

 

E’ stata la prima volta che un Papa ha soggiornato cosi’ a lungo in Sardegna, incontrando le diverse Diocesi, andò a Iglesias, incontrando i minatori, Oristano, Sassari, Nuoro ed infine Cagliari nella giornata del 20 Ottobre.

 

La Biografia del Pontefice

Karol Wojtyla divenuto Giovanni Paolo II con la sua elezione alla Sede Apostolica il 16 ottobre 1978, nacque a Wadowice (Polonia), il 18 maggio 1920. Quando le forze di occupazione naziste chiusero l’Università nel 1939, il giovane Karol lavorò (1940-1944) in una cava e, in seguito, nella fabbrica chimica Solvay per potersi guadagnare da vivere ed evitare la deportazione in Germania. A partire dal 1942, sentendosi chiamato al sacerdozio, frequentò i corsi di formazione del seminario maggiore, nel contempo, fu uno dei promotori del «Teatro Rapsodico». Dopo la guerra, continuò i suoi studi nel seminario maggiore di Cracovia, nuovamente aperto, e nella Facoltà di Teologia dell’Università Jagellónica, fino alla sua ordinazione sacerdotale avvenuta a Cracovia il 1° novembre 1946. Il 4 luglio 1958, il Papa Pio XII lo nominò Vescovo titolare di Ombi e Ausiliare di Cracovia. Ricevette l’ordinazione episcopale il 28 settembre 1958 nella cattedrale del Wawel (Cracovia), dalle mani dell’Arcivescovo Eugeniusz Baziak. Il 13 gennaio 1964 fu nominato Arcivescovo di Cracovia da Papa Paolo VI, che lo creò e pubblicò Cardinale nel Concistoro del 26 giugno 1967. I Cardinali lo elessero Papa il 16 ottobre 1978 ed egli prese il nome di Giovanni Paolo II e il 22 ottobre iniziò solennemente il ministero Petrino come successore dell’Apostolo. Il suo pontificato è stato uno dei più lunghi della storia della Chiesa ed è durato 26 anni. Giovanni Paolo II ha esercitato il suo ministero con instancabile spirito missionario, dedicando tutte le sue energie sospinto dalla sollecitudine pastorale per tutte le Chiese e dalla carità aperta all’umanità intera. Il suo amore per i giovani lo ha spinto ad iniziare, nel 1985, le Giornate Mondiali della Gioventù. Negli anni di Pontificato Giovanni Paolo II si è donato alla Madonna, suscitando maggiore devozione verso la Vergine di Fatima ricordando il suo attentato il 13 Maggio del 1981. Giovanni Paolo II ha compiuto numerosi viaggi, e ha partecipato a cerimonie altrettanto importanti come l’apertura del Grande Giubileo del 2000. Giovanni Paolo II è morto in Vaticano il 2 aprile 2005. È stato beatificato dal suo successore il 1° Maggio del 2011, Canonizzato il 27 Aprile del 2014 da Papa Francesco.

 

 

Riproduzione Riservata

Hits: 13