Siliqua, territorio di risorse da valorizzare

Siliqua, territorio di risorse da valorizzare

29 Giugno 2019 Off Di Alessandro Frau

Ci sono tre semplici ma determinanti elementi di cui questo territorio è ricco. Sono una grande opportunità per la comunità di Siliqua : acqua, terra, aria; rispetto ad altri territori abbiamo ancora la fortuna di poterli definire sani e salubri. Siliqua è un paese che si trova al centro del sud Sardegna, praticamente equidistante a est dal capoluogo, a ovest dall’Iglesiente e a sud dal Sulcis. Si sviluppa in una vasta piana attraversata dal fiume Cixerri ed è circondata dalle catene montuose del Marganai/Linas, Arcosu e Zinnigas/Orbai. La sua economia in passato è sempre stata legata all’agricoltura e all’allevamento. Quest’ultimo è ancora fonte di reddito per numerose famiglie a cui va reso merito perché circa 50 anni fa hanno valorizzato la terra sviluppando la pastorizia. In particolare ci sono sul territorio numerose aziende agropastorali e alcune di queste sono delle vere e proprie eccellenze nel campo della trasformazione del latte ovino in formaggio di alta qualità. Soprattutto le famiglie barbaricine (oggi stanziali e residenti a Siliqua) che in passato hanno scelto i nostri pascoli per la transumanza delle loro greggi, fanno si che questo comune abbia una delle “popolazioni ovine” più numerose nell’isola.

L’azienda Floris, che si trova tra Siliqua e Vallermosa, è uno dei fiori all’occhiello della produzione casearia con certificazione Biologica è da diversi anni coinvolge le scuole attraverso la propria fattoria didattica. L’agricoltura invece, ha numerose potenzialità inespresse ma alcuni giovani Siliquesi la stanno riscoprendo con ottimi risultati. Come in tutta la Sardegna il sole e il buon clima permettono al territorio di Siliqua di sviluppare con ottimi risultati le produzioni orticole, fruttifere, olivicole e in particolare le vigne sono al centro di un progetto di una nota cantina di Iglesias che proprio nel nostro territorio sta investendo per allevare le viti per i suoi vini. Impossibile poi non menzionare il grande lavoro svolto negli ultimi 10 anni dalla cooperativa Antarias che gestisce il sito del Castello di Acquafredda che ha visto aumentare in modo esponenziale il numero di visitatori negli ultimi anni. Sono un tecnico regionale per la valorizzazione delle risorse locali, io stesso con la mia professionalità sono una risorsa locale. È una figura professionale che la Regione Sardegna ha fortemente voluto dopo aver osservato la crescita della Regione Toscana nel settore agrituristico. Nel 2011 ho conseguito la qualifica a seguito di un corso finanziato attraverso un bando europeo chiamato “GREEN FUTURE”. L’enogastronomia è il mio lavoro e la mia passione e posso assicurare ai miei concittadini che con le giuste competenze, l’impegno e il lavoro, il nostro territorio può offrire occupazione e generare reddito e benessere. Alle amministrazioni spetta il compito di attivare politiche volte alla sensibilizzazione dei cittadini rispetto alle opportunità che la valorizzazione di queste risorse offre. È necessario progettare un piano di Marketing territoriale coinvolgendo degli esperti e investire nella formazione di figure e professionalità. Ai Siliquesi dico una cosa sottovoce….. tutti questi settori, se messi a sistema portano a un’altra fonte di reddito……..si chiama TURISMO.

 

Stay tuned & si bieusu

di Alessandro Frau – Tecnico per la valorizzazione delle risorse locali della Regione Sardegna

Hits: 268