La Sardegna ama la pizza: E’ record nell’isola

La Sardegna ama la pizza: E’ record nell’isola

30 Ottobre 2019 Off Di Andrea Doro

Record di pizzerie, la Sardegna è prima in Italia: una ogni 267 abitanti. Vedendo questi numeri ci si domanda quale sia la formula magica del legame tra Sardegna e Pizza. E’ infatti scoppiato un vero e proprio “BOOM” di Pizzerie che pare essere ben visto dai sardi, veri e propri divoratori di questo piatto. Sono più di 6.000 le attività censite. Si sta parlando di numeri da record, un vero e proprio primato nazionale. All’interno, non solo pizzerie ma anche ristoranti, rosticcerie, gastronomie, panifici e bar, insomma ai sardi piacere il buon cibo e si vede. Le attività di questo settore sono ben il 4,82 per cento del totale di 128 mila in Italia. Entrando maggiormente nel dettaglio notiamo che in Sardegna c’è un’attività che vende pizza ogni 267 abitanti contro una media italiana di un produttore ogni 472 abitanti. Per quando riguarda le iscrizioni alla camera di commercio, nel 2019 si è registrato un aumento di 114 attività rispetto al 2018: più 1,9 per cento contro l'1,1% della media nazionale. 


 

Questa la fotografia scattata dalla Cna Agroalimentare secondo il suo rapporto congiunturale sulla Pizza. Ottimo anche il trend con il relativo 2018 passato, infatti si registra un incremento dell'1,1% nel numero di imprese che producono pizze. Ma come è la situazione nel resto del paese? Si tratta di un vero e proprio paradosso, infatti il trend legato al Food continua ad aumentare, segno che i consumatori abbandonano difficilmente le loro abitudini di acquisto e non rinunciano allo svago serale, soprattutto nella stagione estiva. Nonostante questo, in Sardegna le imprese sarde hanno difficoltà a trovare pizzaioli esperti e capaci.

 

Come sostiene Maria Antonietta Dessi, responsabile Cna Alimentare Sardegna: "C'è una attenzione sempre maggiore verso la qualità, con nuove varianti come per esempio gli impasti a lievitazione naturale, di lunga durata o con farine integrali. C'è una proposta sempre maggiore anche di condimenti legati al territorio e stagionali e anche il servizio è molto migliorato". Eppure, nonostante gli ottimi numeri, le imprese continuano ad aver difficoltà nella ricerca di pizzaioli e lavoratori specializzati. Questa questione sarà sicuramente al centro dei prossimi studi da parte delle associazioni di settore.

 

 

Riproduzione Riservata

Hits: 29