Università di Cagliari & Polizia di Stato, Accordo sulla protezione dei dati informatici

Università di Cagliari & Polizia di Stato, Accordo sulla protezione dei dati informatici

12 Settembre 2019 Off Di Luca Biggio

È stato siglato stamane, alla presenza del Questore di Cagliari dott. Pierluigi D’Angelo, dal Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Cagliari Prof.ssa Maria Del Zompo e dal Dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Sardegna dott. Francesco Greco, il protocollo d’intesa per la prevenzione e contrasto dei crimini informatici sui sistemi informativi “critici” dipendenti dall’Università degli studi di Cagliari.

L’accordo prende le mosse dalla necessità di garantire un’elevata sicurezza al territorio e al suo sistema economico e sociale, ormai fortemente dipendenti da sistemi informatizzati, mediante una più stretta cooperazione, tra Enti pubblici così come previsto dal quadro Strategico nazionale e dal piano nazionale per la Protezione Cibernetica e la Sicurezza informatica.

Il protocollo ha lo scopo di sviluppare collaborazioni, condividere procedure e informazioni utili rappresentando un altro passo avanti, a livello regionale, nell’ambito dei rapporti sinergici finalizzati ad implementare le attività di prevenzione e contrasto dei crimini informatici, istituzionalmente demandati alla Polizia Postale e delle Comunicazioni.

La Polizia di Stato svolge già da tempo, in via esclusiva tramite il C.N.A.I.P.C., Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma, una rilevante attività di prevenzione e repressione dei crimini informatici, di matrice comune, organizzata o terroristica, che hanno per obiettivo le infrastrutture informatizzate di natura critica o sensibile e di rilevanza Nazionale.

L’accordo prevede collaborazioni, procedure condivise e interscambio di informazioni al fine di rendere più sicure le reti informatiche dell’Università di Cagliari (es: proteggendo i dati degli studenti). «Per noi fare sistema per proteggere i dati con chi lo fa meglio di altri, con competenza e professionalità, è fondamentale: il nostro sistema informatico non deve subire attacchi», afferma la Rettrice Del Zompo. «I dati sono già al sicuro, con questo accordo anche l’infrastruttura che li contiene verrà ulteriormente protetta». La stessa Rettrice ha poi ricordato che lo scorso anno l’Ateneo ha istituito la laurea magistrale proprio in cyber security.

Hits: 101