Colonia Sarda: Un piccolo pezzo di Germania sui campi del Cagliaritano

Colonia Sarda: Un piccolo pezzo di Germania sui campi del Cagliaritano

23 Luglio 2019 Off Di Nicola Adamu

Da tempo immemorabile molti sardi vanno in Germania a cercare fortuna, spinti dalle maggiori opportunità che il paese teutonico è in grado di offrire. Il legame di un sardo con la propria terra è però notoriamente indissolubile, come dimostrano i tanti circoli culturali fondati da emigranti provenienti dalla nostra Isola che sorgono sul territorio tedesco al fine di ricostruire un piccolo angolo di Sardegna nel cuore del continente europeo.

A Cagliari esiste però un esempio ‘al contrario’ di tutto ciò, originato dallo spirito di appartenenza di un ‘emigrante alla rovescia’ che, seppur nato in Germania, ha sentito il forte richiamo delle origini del papà – nativo di Nuraminis – e ha deciso, una volta stabilitosi dalle nostre parti, di creare un vero e proprio ponte con la sua nazione d’origine in nome dello sport, rivolgendosi in particolare alla sempre più emergente realtà del calcio a sette.

Roberto Lenzen, classe 1982, con una massiccia dose di coraggio e intraprendenza ha deciso di fondare nel 2011 il Colonia Sarda FC, che per quanto svolga la propria attività settimanalmente sotto forma di squadra di calcio a sette (attualmente, è impegnata nei tornei dell’associazione Mr Soccer 5 gestita da Giacomo Pilleri), porta in dote un’organizzazione ben più profonda. Essa gode infatti del totale patrocinio di quello che in Germania è noto come 1.FC Köln e che altro non è che il Colonia, compagine storica del calcio tedesco che ha regalato al panorama internazionale grandissimi nomi come quelli di Wolfgang Overath, Harald Schumacher, Pierre Littbarski, Bodo Illgner, Thomas Haessler e Lukas Podolski, tanto per limitarci ai più noti.

Il Colonia Sarda FC infatti, ancor prima che una società dilettantistica, è un vero e proprio fan club del Colonia, del quale segue le sorti con attenzione e assoluta fedeltà alla causa: i calciatori e simpatizzanti della squadra, per quanto non territorialmente legati in alcun modo alla Germania, sono diventati dei tifosi a tutti gli effetti, al punto da popolare la sede sociale – un vero e proprio pub griffato con i colori biancorossi del team da cui prendono il nome – e di esultare tutti insieme quando, nel maggio 2017, il Colonia vinse la partita decisiva per classificarsi al sesto posto e disputare così la successiva Europa League.

Il sentimento di appartenenza è del tutto ripagato dai fratelli maggiori del Colonia, che riconoscono lo status ufficiale di fan club al Colonia Sarda FC al quale rendono merito attraverso una loro particolare usanza: ogni fan club ufficiale ha infatti una propria mattonella, che viene posta su di un muro presente all’interno della sede sociale; la squadra sardo-tedesca è stata insignita di tale onorificenza, con tanto di fotografia della mattonella stessa retta dalle mani di uno degli idoli locali, Anthony Modeste, attaccante francese amatissimo dalla tifoseria. Inoltre, il Colonia non fa mai mancare il proprio merchandising ai fratellini di Cagliari, che possono così esportare il marchio con la capretta – simbolo della città della Renania – nel sud della Sardegna.

I risultati sportivi del Colonia Sarda FC sono lusinghieri: grazie a un gruppo che ha subito poche e graduali mutazioni, nel corso degli anni non sono mancati i trofei e le soddisfazioni. Le buone doti tecniche degli interpreti all’interno della squadra e la capacità di ‘fare gruppo’ sono tra i motivi di questi successi, importanti almeno quanto lo spirito di aggregazione creatosi all’interno dell’ancor giovane sodalizio biancorosso.

Il Colonia Sarda FC non ha tuttavia intenzione di fermarsi qui: nei progetti di Lenzen – egregiamente supportato dalla compagna-presidentessa Anna Melis e dai fidati consiglieri Aurelio Pontis e Stefano Manca – c’è quello della realizzazione di un centro sportivo alle porte del capoluogo, che si proporrà di essere un piccolo gioiello nel settore degli impianti sportivi del cagliaritano. Una nuova, affascinante sfida per una realtà che a partire dalla sua fondazione ha saputo fare passi da gigante.

Hits: 120