L’avvocato Consiglia: Diffamazione nei social

L’avvocato Consiglia: Diffamazione nei social

2 Agosto 2019 Off Di Salvatore Cappai

Ogni giorno sui social network ci si imbatte in animate discussioni inerenti pubblicazioni in merito agli argomenti più svariati. Si leggono diatribe politiche, scambi di opinioni su spettacoli televisivi, dibattiti sull’incontro calcistico della squadra del cuore, divergenze relative a gusti sessuali o credo religiosi. 
Si leggono, purtroppo, in gran parte di detti “post”, pesanti insulti e dichiarazioni denigratorie.

Proprio su queste ultime voglio richiamare la tua attenzione; la stessa attenzione che si deve prestare in tutte queste situazioni. Le offese sui social (sopratutto se riferite a persona non presente) sono una questione seria! Integrano infatti il reato di DIFFAMAZIONE AGGRAVATA, punito con una pene severe, come la reclusione sino a tre anni.

Perché anche AGGRAVATA?

Perché si tratta di una condotta che può raggiungere un numero indeterminato o, comunque, quantitativamente apprezzabile di persone (che del resto, si avvalgono del social network proprio allo scopo di instaurare e coltivare relazioni interpersonali allargate ad un gruppo di frequentatori non determinato). Ormai sul punto la Cassazione è pacifica. 
Il consiglio che posso darti è molto semplice: muoviti sui social (e sui mezzi di comunicazione digitali in genere) con grande cautela e circospezione, forse anche maggiori rispetto a quelli adottati nella vita reale. Spesso si è portati a pensare che gli spazi virtuali siano una zona franca immune da regole e da sanzioni conseguenti alla loro violazione. Non è assolutamente così: dunque… massima attenzione!

 

 

Di Salvatore Cappai – Avvocato

Puoi seguire l’avvocato  Cappai del Foro di Sassari nella pagina Facebook: “Avvocato Salvatore Cappai

Hits: 229