Perché d’estate ho la pressione bassa?

Perché d’estate ho la pressione bassa?

29 Luglio 2019 Off Di Laura Angelino

Quante volte vi capita, in giornate particolarmente calde di sentirvi molto stanchi e svogliati, di avere capogiri e spossatezza, di chinarvi e vedere improvvisamente tutto nero come se steste per svenire?

Avete misurato la pressione ed è risultata molto bassa ma non sapete spiegarvi il perché?

Quando fa molto caldo, come nei mesi di luglio e agosto, il corpo, per mantenere costante la temperatura corporea, attiva alcuni meccanismi termoregolatori che servono a favorire la dispersione del calore, quali la vasodilatazione e la sudorazione. Con la vasodilatazione viene aumentato il calibro dei vasi sanguigni portando così ad una diminuzione della pressione. L’aumento della sudorazione serve invece a creare uno strato umido che depositandosi sulla cute ed evaporando favorisce la dispersione termica, facendo si che il nostro corpo si raffreddi e non soffra per l’eccessivo innalzamento della temperatura.

Quando si suda tanto però si perdono sia acqua che sali minerali favorendo la disidratazione e l’ipotensione. Quali strategie dovremmo seguire allora per evitare che ciò avvenga?

Innanzitutto bisogna cercare di bere tanta acqua per reintegrare i liquidi, ma allo stesso tempo è necessario reintegrare i sali minerali, per evitare che anche l’aumento della diuresi provochi l’abbassamento della pressione.

In questi momenti può essere utile aggiungere un pizzico di sale in più alle pietanze.

Inoltre vi sono alcuni alimenti che possono fare al caso nostro, come la liquirizia pura o la radice di liquirizia. Anche l’aglio può dare una mano nella regolazione della pressione, e perché no, un profumato caffè può farci dimenticare lo sgradevole odore dell’aglio!

Ovviamente se i sintomi persistono consultate il medico, perché con la salute non si scherza!

Hits: 78