Gli antibiotici sono necessari contro l’influenza?

Gli antibiotici sono necessari contro l’influenza?

5 Maggio 2019 Off Di Laura Angelino

 

I virus continuano a mietere vittime! Ultimamente non faccio altro che sentirmi ripetere la stessa cosa dalle persone: – “Ho l’influenza e sto prendendo antibiotici!” – Mi chiedo se abbiano davvero bronchiti o altre infezioni batteriche dovute a complicazioni dell’influenza, perché solo in questi casi sarebbe giustificato il loro utilizzo! Innanzitutto facciamo un po’ di chiarezza: per curare l’influenza, a meno che non ci siano delle complicazioni, è inutile usare gli antibiotici, sapete il perché? L’ANTIBIOTICO NON UCCIDE I VIRUS! L’influenza e il raffreddore sono causati da VIRUS, nella fattispecie dal virus influenzale e dai rhinovirus (raffreddore). Il virus non può essere definito un organismo, addirittura nemmeno una cellula, è invece una particella che per vivere ha bisogno di infettare altre cellule, chiamate ospiti, che possono essere animali, vegetali o batteriche. Il batterio, invece, è un organismo, uni o pluricellulare, capace di vita propria, che può essere patogeno o meno.

 

L’antibiotico è una sostanza in grado di uccidere i batteri, senza però distinguere tra patogeni e non. Purtroppo però è reso sempre meno efficace dall’utilizzo smodato; considerate che noi ingeriamo giornalmente antibiotici contenuti nel cibo, soprattutto in quello di origine animale. Per questo motivo anche i batteri più semplici stanno sviluppando resistenza perfino agli antibiotici più forti. Un effetto collaterale dell’antibiotico è quello di uccidere “batteri buoni e cattivi” distruggendo il Microbiota intestinale composto dai batteri simbionti che coadiuvano l’azione del sistema immunitario. Il risultato è, perciò, l’indebolimento delle naturali difese dell’organismo, conseguenza inevitabile dell’uso improprio degli antibiotici. Per combattere i virus è necessaria, invece, una vera e propria reazione del sistema immunitario che fa si che si sviluppino degli anticorpi specifici. Per questo motivo sono stati realizzati i vaccini, che trasmettono l’immunità grazie all’iniezione di particelle virali, precedentemente rese innocue, che aiutano il nostro organismo a produrre più velocemente tali anticorpi. Esistono inoltre gli antivirali, utilizzati però solo in casi piuttosto gravi, perché, dal momento che la particella virale infetta le cellule dell’organismo, per distruggerla è necessario attaccare le cellule dello stesso ospite, danneggiandole.

 

Come comportarci perciò se obbligati a prendere gli antibiotici?

Ricordiamoci innanzitutto di integrare con probiotici contenenti Saccaromyces boulardii l’unico organismo in commercio che resiste all’azione distruttiva del medicinale e non permette ai patogeni, come la Candida albicans, di prendere il sopravvento. L’antibiotico infatti crea il vuoto nell’intestino, sterminando anche i cosiddetti “batteri buoni”. Il lievito S. boulardii riempie questo vuoto in attesa che l’azione dell’antibiotico cessi, fino a quando l’intestino verrà nuovamente colonizzato dai batteri buoni residenti. Successivamente alla cura, è necessario ripristinare con un probiotico completo e ad elevata concentrazione insieme ad alimenti altamente prebiotici, ricchi di fibre come l’Inulina, presente in asparagi, carciofi, cicoria e altre verdure amare. Evitate il fai da te, non scherzate con gli antibiotici e nemmeno con gli alimenti con proprietà antibiotiche naturali, come il miele e il propoli, poiché possono dare gli stessi effetti. Il vero rimedio contro i virus influenzali è come sempre la prevenzione!

 

 

 

della Dott.ssa Laura Angelino

La Dott. ssa Laura Angelino riceve per appuntamento: A Cagliari nel suo studio in Via S. Giovanni 1 e tutti i martedì presso il CFRS Ad Olbia in Via Vittorio Veneto 92q

Per info e appuntamenti: laura.angelino@gmail.com

Tel. 3478550000 – Fb: Laura Angelino Biologa Nutrizionista  – Instagram: laurenoir_npdm

 

Hits: 26