A merenda tra i boschi

A merenda tra i boschi

31 Ottobre 2019 Off Di Laura Angelino

Giornate di pioggia a parte, quando le condizioni meteo lo permettono, questo è il periodo giusto per escursioni, trekking e gite in famiglia.

Oltre ad essere un’occasione per stare insieme, è un bel modo per fare attività fisica, unendo perciò l’utile al dilettevole. Sarà, inoltre, un ottimo sistema per scoprire nuovi posti e conoscere un po’ meglio la propria terra.

Quando si va in escursione è abitudine comune portarsi dietro il pranzo al sacco. Pochi sono a conoscenza del fatto che, nel periodo giusto, e soprattutto sapendo cosa cercare, si potrebbe fare a meno di recare con se del cibo, vista la ricchezza nutrizionale che i nostri boschi sono in grado di offrirci.

L’autunno, in particolare nei mesi di ottobre e novembre, è la stagione giusta per decidere di fare una merenda, più che sostanziosa, a passeggio per boschi.

Qualche esempio? Nei boschi dell’entroterra, come nelle zone della Barbagia e dell’alta Ogliastra, possiamo trovare i castagni, che proprio in questo periodo ci regalano i loro dolci e nutrienti frutti, le Castagne, insieme a Noci e Nocciole, che, come tutti sappiamo sono semi oleosi, ricchi di grassi buoni utilissimi al nostro organismo.

Se avessimo la fortuna di passeggiare nell’alto Gennargentu ci potremmo addirittura imbattere nelle Fragoline di Bosco, chiamate in sardo: Fragula aresti, Fraula, Mura de terra.

Ad altezze più moderate è possibile trovare invece i Corbezzoli, saporiti frutti da cui si può anche ricavare una buonissima marmellata per la colazione.

Per i più esperti sarà un’ottima occasione per raccogliere i primi Funghi, facendo ovviamente attenzione a quelli velenosi che vanno lasciati comunque in loco.

Detto questo, armiamoci di zainetto e cestino e, con il massimo rispetto, partecipiamo al banchetto che la Natura ci offre!



Riproduzione Riservata

Hits: 28