Le Pere

Le Pere

23 Aprile 2019 Off Di Cristina Floris

Le pere derivano dalle piante del genere Pyrus, di cui la specie più diffusa è la Pyrus communis.

Calorie e valori nutrizionali delle pere

Le pere hanno un indice di sazietà piuttosto elevato; indicate negli spuntini o per concludere un pasto poco saziante. Le pere contengono acqua, zuccheri (fruttosio e levulosio), pochi grassi e proteine; tra le vitamine sono presenti la C, la E e vitamine del gruppo B e hanno un buon contenuto di potassio (consigliate in diete iposodiche, contro l’ipertensione e nelle cardiopatie edematose).

Proprietà e benefici delle pere

Le pere grazie al loro apporto di calcio, riducono il rischio di osteoporosi. Contengono in grande quantità anche il boro, che aiuta a migliorare la prontezza di riflessi e la capacità di immagazzinare nozioni o conservare i ricordi. Le pere contengono anche molta fibra: la maggior parte si trova nella buccia ed è per questo che mangiare il frutto senza sbucciarlo consente di trarne tutti i vantaggi, compreso l’effetto anticolesterolemico dato dalla pectina che ne favorisce l’evacuazione insieme alle feci. Le pere sono in gradi di riequilibrare le funzioni intestinali, sono diuretiche, utili in gravidanza, in caso di gotta, artrite, stanchezza psicofisica. E’ un frutto consentito ai diabetici in quanto il fruttosio contenuto viene elaborato dall’organismo indipendentemente dall’insulina, ed ha un effetto ipoglicemizzante, inferiore a quello del glucosio.

Controindicazioni: Se ingerita non matura, può dare problemi digestivi e gonfiori di stomaco. 
In Italia al mercato troviamo le seguenti varietà: William: tondeggiante, di colore uniforme, ha buccia sottile, polpa succosa. Stagione: da agosto a novembre. William rossa: ha buccia liscia giallo-rossastra, la polpa è compatta e color avorio, succosa, dolce-acidula. Stagione: da agosto a gennaio. Kaiser: il frutto è grosso e di color tabacco completamente rugginoso, polpa bianco-giallastra, consistente, appena granulosa, succosa. Stagione: settembre. Abate: è grande e tondeggiante, la buccia è liscia e giallastra, con polpa bianca, molto succosa, zuccherina. Stagione: prima metà di settembre. Conference: è di medie dimensioni, la buccia è verde-giallo bronzato. La polpa è color avorio, molto succosa, dolce e poco acidula. Stagione: da novembre a giugno. Decana del Comizio: è tondeggiante con buccia giallo-verde e striature rossastre alla maturazione. La sua polpa è dolce e compatta. Stagione: prima/seconda decade di settembre. Santa Maria: ha buccia liscia, giallo verde, tendente al rosso verso la maturazione. La polpa è bianca, abbastanza succosa e di sapore gradevole. Stagione: estate. 


Come sceglierle al mercato e come conservarle? È meglio comprarle dure e metterle in un sacchetto di carta, come quello usato per il pane. In questo modo termineranno la maturazione grazie all’etilene, un gas naturale sprigionato dai frutti stessi. Inoltre il sacchetto aiuta a prevenire l’avvizzimento trattenendo l’umidità prodotta dalla frutta durante la maturazione. In seguito è consigliabile metterle in frigorifero nello scomparto della verdura (non insieme alle altre verdure poiché l’etilene potrebbe deteriorarle) dove possono essere conservate per una settimana.

di: Cristina Floris – Biologa e Nutrizionista

Foto di Repertorio

Hits: 8