”SLegali – Studenti a scuola di legalità”

”SLegali – Studenti a scuola di legalità”

26 Settembre 2019 Off Di sardegnasocieta

Si conclude oggi alle 12.00 al Liceo Dettori, il progetto finanziato dall’assessorato PI della regione, per la prevenzione delle devianze: uso di sostanze stupefacenti, alcol, rischi nell’utilizzo dei social.
I ragazzi che hanno frequentato il corso dall’inizio dell’anno, racconteranno ai loro compagni i rischi legati all’assunzione di sostanze ed esporranno gli elaborati (disegni, slides etc) svolti nei laboratori previsti dal programma.

SLegali – Studenti a scuola di legalità”, un progetto finalizzato alla promozione della cultura della legalità tra i giovani della Regione Sardegna, ideato e realizzato dall’Associazione Athanatos e LegALibENE con il finanziamento della Regione Autonoma della Sardegna.

L’ obiettivo è la prevenzione dei comportamenti a rischio e il rafforzamento di quelli che contribuiscono a sviluppare i fattori di benessere individuale e la crescita culturale e partecipativa di cittadini moderni e globali.

Diversi gli obiettivi del progetto:

  • aiutare i giovani a sperimentarsi come cittadini attivi nell’interesse proprio e degli altri, nelle decisioni che li riguardano e negli ambiti di vita dove sviluppano le loro esperienze, nell’assunzione di responsabilità e facendo i conti con limiti e regole e con la necessità di negoziare, co-decidere e co-gestire con gli adulti;
  • sviluppare la proattività degli adolescenti coinvolti attraverso il miglioramento delle competenze personali, promuovendo l’autostima e la capacità di scelta: la c.d. “etica della responsabilità del sé”;
  • sviluppare negli adolescenti in modo permanente alcune capacità fondamentali, come la coscienza delle proprie azioni, la capacità di riflettere e apprendere da ciò che si vive, la disponibilità al confronto e al cambiamento, consapevoli che le capacità crescono solo se si utilizzano in un contesto che funzioni da “prova” e da “sfida” e che prepara ad affrontare situazioni sempre più complesse;
  • stimolare percorsi di crescita e di potenziamento dell’autonomia individuale per la costruzione di un’identità personale e sociale;
  • costruire con i ragazzi un progetto riguardo alle scelte future, focalizzando l’attenzione sui rischi derivanti dall’eternizzazione del presente;
  • prevedere momenti di confronto intergenerazionale, per un confronto tra stili di vita e comportamenti attuali rispetto al passato;
  • Far prendere coscienza  della complessità dell’azione educativa in tema di marginalità e devianza;
  • Offrire ai giovani un’informazione adeguata ai corretti stili di vita, creando occasioni di socializzazione e di crescita collettiva;
  • coinvolgere i ragazzi attraverso interventi volti alla facilitazione relazionale ed allo sviluppo del sé, per renderli consapevoli del loro ruolo all’interno del gruppo, senza rinunciare alla propria identità;
  • sensibilizzare i minori all’uso controllato e responsabile del web e dei social, ed alle conseguenze dal punto di vista legale, incentivando comportamenti virtuosi

 

 

Hits: 17