Sulle confezioni di Carnaroli prodotto da Riso Passiu arriva l’indicazione “Classico”

Sulle confezioni di Carnaroli prodotto da Riso Passiu arriva l’indicazione “Classico”

11 Ottobre 2019 Off Di sardegnasocieta

L’ azienda oristanese, rinomata per la qualità delle sua produzioni, ha da poco introdotto in commercio il suo “Carnaroli Classico”. La confezione bianco-verde con il sorriso non è cambiata, il riso è sempre lo stesso, l’azienda infatti dalla prima produzione ha sempre usato sementi della varietà che ha fatto la storia della cucina italiana.
Sono oltre 150 le varietà registrate in Italia e solo sette possono fregiarsi della denominazione “Classico”: Carnaroli, Vialone Nano, Arborio, Baldo, Roma, S.Andrea e Ribe.
Aderendo all’Albo dei produttori di riso Classico dell’Ente Nazionale Risi, le aziende devono ottemperare a serrati controlli di filiera, potendo garantire informazioni e la tracciabilità assoluta su ogni spostamento del riso. La semina deve avvenire con seme certificato e nel rispetto delle prestabilite dosi di seme per ettaro coltivato, occorre conservare in azienda i documenti di trasporto, le fatture e i cartellini relativi all’acquisto del seme.
Riso Passiu è l’unica azienda sarda attualmente iscritta all’Albo dei produttori di Carnaroli Classico, presente tra gli oltre 140 risicoltori in tutta Italia che hanno aderito al sistema di tracciabilità varietale.
I consumatori scegliendo le varietà “Classiche” avranno l’opportunità di sostenere le aziende che continuano a portare avanti e coltivare le varietà storiche nazionali messe sotto assedio dalle importazioni, preferendo la qualità senza compromessi e le peculiarità delle varietà più tradizionali.

“Nonostante le basse rese e le difficoltà durante la raccolta preferiamo coltivare una varietà storica come il Carnaroli Classico anziché varietà più moderne – sottolinea Felice Passiu, responsabile commerciale/marketing dell’azienda – è sempre stato il riso di casa, quello che abbiamo sempre coltivato per la nostra famiglia e a cui teniamo particolarmente, siamo stati conquistati dal suo gusto e dalla tenuta di cottura e ora è diventato il riso preferito da tanti sardi e non solo”.
“L’indicazione Classico è presente anche per il Vialone Nano lanciato sul mercato la scorsa primavera – conclude il responsabile commerciale/marketing di Riso Passiu – un’altra varietà di riso per cui l’azienda è la prima in Sardegna ad averlo coltivato e commercializzato, e l’unica tra le cinquanta aziende iscritte all’Albo di riferimento”.

 

Hits: 22