Valerio Galli dirige il Requiem dedicato alle vittime della pandemia, il 18-19 settembre

Venerdì 18 settembre alle 20.30 e sabato 19 settembre alle 20.30 ritornano nell’Arena del Parco della Musica di Cagliari per classicalparco, dopo le recite di Cavalleria rusticana di Mascagni, i due complessi stabili della Fondazione, Orchestra e Coro del Teatro Lirico, con un programma musicale che prevede tre delle pagine di musica sacra e sinfonica di Gabriel Fauré (Pamiers, 1845 – Parigi, 1924) più raffinate e pregiate: Pelléas et Mélisande, suite dalle musiche di scena op. 80, Cantique de Jean Racine op. 11 e Requiem per soli, coro e orchestra op. 48.

I tre brani sono diretti da Valerio Galli, giovane direttore toscano che ha riscosso applausi e il favore della critica nella Cavalleria rusticana di questi giorni (ultime repliche il 14 e 16 settembre alle 20.30), e il Requiem che nel marzo 2015 raccolse ampio successo e apprezzamento nel pubblico del Teatro Lirico, presenta anche due ruoli solistici che si esibiscono: il soprano Claudia Urru e il basso Francesco Leone. Il maestro del coro è Giovanni Andreoli.

Le due serate sono affettuosamente dedicata alle vittime colpite dalla pandemia e a tutto il personale sanitario della Regione Sardegna coinvolto.

Al concerto del 18 settembre sarà presente S. E. Rev.ma mons. Giuseppe Baturi, Arcivescovo di Cagliari.

 

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società