Fido rientra dalle vacanze

Sei tornato con il tuo cane da un’entusiasmante vacanze alla quotidianità, oppure è rimasto in una struttura con dei professionisti ad attenderli? Ed ecco qualche consiglio su come gestire il rientro. In entrambi i casi è bene appena rientrati portare il tuo amico a 4 zampe, dopo qualche giorno a casa dal veterinario per fare una valutazione sul suo stato di salute, fare un’analisi delle feci e prendere appuntamento per i test leishmaniosi e filariosi. La prevenzione riguardo la salute del tuo cane è molto importante. Un’altra attenzione particolare merita il pelo del tuo cane se è stato in una struttura avrà giocato, si sarà sporcato, se poi è andato al mare si sarà fatto il bagno. In tutte e due casi si rende necessario il consiglio è l’intervento del toielettatore. Devi pensare che ottobre è periodo di muta ma la preparazione del pelo inizia prima, magari a settembre valutando temperature, tipo di pelo e vita quotidiana del cane, nonché in collaborazione con il veterinario particolare attenzione all’alimentazione. Se frequenti un centro cinofilo sia che fai educazione o preparazione sportiva, meglio informare il tuo tecnico di riferimento di eventuali comportamenti o atteggiamenti diversi dal solito. Inoltre se sei a metà di un percorso educativo o sportivo in relazione alle condizioni meteo e disponibilità del tuo istruttore è bene ricominciare e fare una programmazione delle attività in collaborazione con il veterinario per valutate alimentazione ed eventuali integratori. Questi consigli che paiono scontati vi assicuro che spesso sono azioni che possono sfuggire proprio perché apparentemente ordinarie o scontate. Occorre fare anche alcune brevi considerazioni nel caso quando rientri dalle vacanze abbia affidato per quel periodo il cane a dei professionisti. Se il cane ha vissuto in casa con dei ritmi ben definiti dovrebbe essere tutto più semplice perché ha solo cambiato il suo riferimento per un breve periodo, invece in caso sia la classica struttura con i box magari con tutti i migliori accorgimenti e attenzioni dei titolari tieni presente che per il tuo cane questo rappresenta un triplo cambiamento (luogo, persone, abitudini), soprattutto se è la prima volta che ci resta. In questo caso il tuo cane potrebbe tornare a casa un po’ più magro, potrebbe essere un po’ più irrequieto o fare cose insolite per qualche giorno. È evidente che la reazione dipende dall’età, dalle doti naturali del cane, dalle sue abitudini, dalla sua socializzazione, dal tempo trascorso in struttura e dal rapporto instaurato con coloro che lo ospitano. Sono tante le variabili in gioco perciò prima di accusare coloro che si sono occupati del tuo amico a 4 zampe meglio che rifletta su questi punti. Il rientro dalle vacanze ci riporta alla quotidianità e tanti argomenti da affrontare, ti ringrazio per aver letto questo articolo e ci vediamo alla prossima.

 

Riproduzione Riservata

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società