Numero 8 – Agosto 2020

 

Clicca sulla copertina per leggere questo numero

 

 

L’EDITORIALE 

di Nicola Pinna – Vice Caporedattore

 

Care lettrici e cari lettori, giunge al termine col numero di Agosto 2020, che qui ora presentiamo, il nostro ciclo estivo. In questo mensile, pensato per il mese che tradizionalmente veniva associato alle vacanze, non ci siamo risparmiati. Non saranno presenti solo letture leggere, da fare in spiaggia, magari sotto l’ombrellone. Prosegue e arriva a compimento il percorso dedicato al Sulcis e ad alcuni dei borghi più suggestivi e importanti della nostra isola. Partiremo da Laconi (OR), borgo di straordinario interesse, posto proprio nel cuore dell’isola, tra Campidano e Barbagia, caratterizzato da una ricca flora e fauna, da preziosi reperti archeologici e monumenti megalitici. Ma anche luogo di feste religiose molto care alla popolazione sarda, espressione di grande devozione. Bazzicheremo tra storia e cultura, fra natura e tradizioni, parlandovi del meglio che c’è in questo piccolo centro a ridosso dei rilievi del Sarcidano. Passeremo poi nel territorio del comune di Domusnovas (SU), perché abbiamo deciso di raccontarvi la meraviglia paesaggistica e naturale della Grotta di San Giovanni. Si tratta di una affascinante cavità carsica, all’interno del complesso calcareo del Monte Acqua, tra le gallerie naturali più grandi d’Europa (e l’unica in Italia). Sì, avete letto bene: la sua particolarità è quella di essere percorribile attraverso una strada interna asfaltata, interamente illuminata. Oltre quella che pare una porta buia, aperta per raggiungere le viscere della terra, si distende uno scenario di stalattiti, stalagmiti e concrezioni a vaschetta. Dopo lunghi mesi di restauro, oggi si può percorrere solamente a piedi tutta la sua sinuosa lunghezza, grazie alle visite guidate (gestite dal consorzio Natura Viva Sardegna). Ma il prezzo del biglietto d’ingresso vale tutta la magia che la natura ha operato nel ventre della montagna, regalandoci uno spettacolo incantato, quasi fiabesco. Infine vi parleremo di una delle festività più importanti e sentite della città di Cagliari. Ogni anno, infatti, presso la Cattedrale, i giorni immediatamente precedenti il 15 agosto, si celebra la Festa dell’Assunta: si dà inizio alla vestizione del simulacro della Vergine dormiente e, una volta adornato, lo si depone su di una lettiga e lo si espone nella navata centrale. Assieme al simulacro della Vergine vengono esposte anche due reliquie molto note ai fedeli, il celebre Trittico di Clemente VII e la sacra spina. All’interno trovate tutte le informazioni storiche, precise e dettagliate. Non resta dunque che prendere congedo e augurarvi una piacevole lettura. Godetevi un periodo di riposo, profittando del tempo libero per fare il pieno di energia: a settembre torneremo con una nuova programmazione autunnale e – ve lo anticipo – sarà davvero accattivante! Nel frattempo, a voi tutti, una buona estate!

 

 

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società