Over 65 ma non troppo

Sappiamo che lo sport comporta benessere sia fisico che psichico e di solito per gli “anziani” è consigliata un’attività leggera che si può praticare all’aperto e in compagnia. Non tutti gli “anziani” si accontentano di sport leggeri e attività solo ricreative. Vi spiego perchè uso le virgolette per la parola ANZIANI:

1) Ci sono più under 65 che sono più anziani dentro degli over 65.

2) Ho lavorato per anni con gli over 65 e sono stata fortunata perché erano tutti super atletici, anche più di me.

3) Dipende da come ti senti dentro, l’età è un numero relativo. Approfitto delle mie conoscenze, per porre loro qualche domanda rispetto al rapporto con lo sport durante l’estate. Alla domanda: “QUANTO E’ IMPORTANTE LO SPORT NEL PERIODO ESTIVO?”, loro rispondono: “Perché sappiamo che la costanza è importante, molti d’estate si fermano”.

Vediamo alcune delle risposte di alcuni miei allievi. Inizio da Luisa, 66 anni, allieva di un mio corso di pilates matwork, risponde cosi: “Allora, io sono tutt’altro di quello che si dice essere un’atleta, nel senso che non pratico nessuno sport, pratico pilates da dieci anni e da quando ho te come insegnante sempre più volentieri. D’estate cammino tanto in acqua almeno un’ora, ho un obiettivo quotidiano diecimila passi, esclusi quelli che faccio durante le pulizie. L’aspetto importante è come mi fa sentire, camminare in acqua, mi fa sentire bene a livello fisco, mentre camminare su strada mi dà più un benessere mentale in quanto rifletto tanto.”

Pina, 73 anni, un’altra super over 65. Alla stessa domanda, rivolta in precedenza risponde: “Io continuo semplicemente l’attività in palestra tutto l’anno, come da 23 anni, quattro volte in palestra tra pilates e corpo libero e sei volte al mese faccio lezione di swing. A parte il periodo di pausa forzata all’età di cinquant’anni per un intervento al cuore che mi ha tenuta ferma per dieci mesi. L’attività fisica fa parte del mio stile di vita, non potrei farne a meno, ed ho piena fiducia sugli effetti benefici sulla mia salute fisica e psichica, che peraltro posso constatare giorno per giorno. Nonostante i miei settantatré anni riesco a condurre lo stesso tipo di vita di quando ero più giovane. Mi concedo una piccola pausa ad agosto, ma in quei giorni faccio lunghe camminate.”

Graziella, sfiora l’over 65 per poco, ma se la vedeste non lo direste. “Faccio danza contemporanea da tredici anni, avevo quarantanove anni quando ho iniziato pilates matwork e tonificazione generale. Cerco di adeguare le attività durante il periodo estivo in base alle temperature, mi fermo qualche giorno ad agosto, ma con il nostro mare si fanno lunghe nuotate e passeggiate. I benefici sono molteplici, fisici e psichici, ci si mantiene in forma e si allentano le tensioni interne e mentali che influenzano negativamente l’organismo. Nel mio caso, la mia malattia autoimmune intestinale trae giovamento dall’impegno mentale che l’attività fisica richiede, ovviamente trovo sempre indispensabile una guida competente in materia.”

Simona, 65 anni compiuti a febbraio ci dice: “L’attività sportiva mi accompagna da anni e in questi ultimi non sono mancati vari stop a causa dei vari interventi chirurgici che ho subito alla colonna vertebrale. Ciò non mi ha impedito di riprendere, gli interventi che ho subito non sono stati una passeggiata, ma la voglia di rincominciare le mie attività è stata la spinta per non mollare e a piccoli passi appena ho potuto mi sono lanciata. Pratico pilates matwork e reformer, quest’anno sto continuando anche nel periodo estivo, generalmente mi fermo ad agosto per dedicarmi maggiormente a nipoti e giardinaggio.

I benefici dell’attività sportiva si percepiscono solo se sei costante. Ci sono tre elementi che dalla costanza vengono sempre rinforzati, benessere corpo, mente e spirito” Adoro le mie allieve quando capiscono che il corpo non è solo una macchina perfetta, ma è anche un luogo sacro da curare internamente. Avrei voluto anche qualche rappresentante uomo ma i pochi che frequentano le mie lezioni sono under 65. Prima di concludere vorrei ringraziare tutte le persone che hanno dedicato qualche minuto per rispondere alle domande, raccontando qualcosa della loro vita.

Sono veramente orgogliosa di avere persone così nelle mie classi, ho sempre da imparare. Da quando ho iniziato a fare sport a oggi mi sono resa conto di come nel tempo ci sia stata una evoluzione degli over 65, prima quando si arrivava a una certa età lo sport veniva dimenticato, oggi invece sempre di più il numero degli over 65 che praticano attività di vario genere. Non dimentichiamo che l’aspetto sociale è importantissimo, cercare di mantenere vivi i rapporti umani è importante nella vita di ognuno di noi, fare attività è un buon modo per trascorrere al meglio la nostra seconda giovinezza. Noi in Sardegna abbiamo la fortuna di poter godere di meraviglie naturali e praticare all’aperto ogni genere di attività.

 

Riproduzione Riservata

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società