L’intestino d’estate

Quante volte con l’arrivo della stagione calda vi è capitato di avere improvvisi crampi addominali che a volte degenerano in dissenteria? Vi siete mai chiesti il perché di questi episodi?
Ci sono più motivi che possono provocare il famigerato mal di pancia.
Il primo è proprio l’innalzamento della temperatura ambientale che agisce creando una perturbazione nel nostro organismo. La dissenteria è la tipica manifestazione di uno squilibrio dei batteri intestinali: il caldo probabilmente agisce indebolendo alcuni ceppi di quelli che chiamiamo batteri buoni, favorendo, invece, la proliferazione di alcuni batteri potenzialmente patogeni che normalmente convivono all’interno del nostro intestino senza provocare danni, a meno che, come in questo caso, non si creino le condizioni per la loro moltiplicazione.
Un’altra causa potrebbe essere lo squilibrio elettrolitico provocato dall’alta temperatura e dall’aumento della sudorazione che, potrebbe rendere l’intestino meno ospitale per i batteri buoni, favorendo un ulteriore squilibrio.
Gli improvvisi sbalzi di temperatura sono un’altra origine della comparsa di crampi intestinali, favoriti in estate dall’aria condizionata, ovvero dal passaggio da ambienti molto freschi ad ambienti caldi che porta ad un brusco squilibrio termico dell’organismo. Tale squilibrio favorisce le contrazioni addominali: l’aria fredda infatti provoca la contrazione della muscolatura addominale, mentre l’aria calda la distende, provocando una motilità intestinale anomala.
In quest’ultimo caso è necessario evitare gli sbalzi di temperatura e cercare di coprire la pancia per tenerla al caldo quando si entra in luoghi in cui è presente un’escursione termica troppo alta rispetto alla temperatura ambientale.
Per evitare lo squilibrio dei batteri intestinali è importante alimentarci bene e, ricorrere, se necessario, ad integratori di probiotici. In caso di crampi e dissenteria bisognerebbe assumere il Saccharomyces boulardii, un fungo in grado di colonizzare il nostro intestino impedendo ad altri batteri patogeni di proliferare, lo stesso che si utilizza per evitare gli effetti spiacevoli provocati dall’assunzione di antibiotici.
Successivamente si rende necessario reintegrare i batteri intestinali con un probiotico più completo, per favorire il riequilibrio del nostro intestino.

L’estate è inoltre la stagione prediletta per le ferie vacanziere e molto spesso si sceglie di andare a visitare mete esotiche. In questo caso è necessario fare molta attenzione all’igiene del luogo, soprattutto nei posti in cui essa non è esattamente quella a cui siamo abituati. La prima precauzione da prendere è non bere mai acqua dai rubinetti in paesi in cui non siamo sicuri della potabilità, ma non solo, a volte basta anche solo lavarsi i denti con l’acqua del rubinetto o mangiare della frutta lavata con quella stessa acqua per incorrere in episodi di dissenteria. Tali problemi sono causati da batteri patogeni presenti nell’acqua non ben potabilizzata, la maggior parte delle volte da Escherichia Coli. Quando si va in vacanza in posti sconosciuti dovrebbe essere la regola utilizzare solo l’acqua di bottiglie sigillate e, bisognerebbe adoperare tale acqua anche per lavarsi i denti e lavare frutta e verdura. Inoltre sarebbe bene portarsi appresso integratori di Saccharomyces boulardii e antidiarroici per ogni evenienza, ed evitare di mangiare pietanze crude o non perfettamente cotte in quanto una cattiva conservazione potrebbe essere un ulteriore veicolo di germi e batteri.
Durante la stagione calda è molto importante mangiare frutta e verdure fresche, ricche di vitamine e sali minerali, per mantenere in salute i batteri intestinali che vengono purtroppo indeboliti dal caldo eccessivo. Un altro aspetto fondamentale è mantenere l’organismo perfettamente idratato bevendo spesso: l’acqua o eventuali bibite non devono essere però eccessivamente fredde, poiché potrebbero dare gli stessi effetti dello sbalzo della temperatura esterna. In caso di dissenteria e sudorazione eccessiva si rende necessario reintegrare i liquidi per recuperare la perfetta idratazione cellulare; ovviamente se la dissenteria non svanisce in poco tempo è bene recarsi immediatamente dal medico.
In caso di squilibrio elettrolitico potrebbero essere utili anche gli integratori di sali minerali la cui assunzione dovrebbe però avvenire con cognizione di causa perché gli integratori non sono del tutto innocui. Spesso si tende ad esagerare perché “tanto è un integratore”, ma attenzione! Non tutti sono a conoscenza del fatto che, proprio i comuni integratori di sali minerali sono spesso la causa scatenante delle dissenterie estive poiché possiedono effetti lassativi. Come sempre è necessario fare molta attenzione a ciò che si mangia, si beve e si assume.

 

Riproduzione Riservata

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società