Una lettura al mare: Il vecchio che leggeva romanzi d’amore

Indicazioni libro:

Autore: Luis Sepúlveda

Titolo: Il vecchio che leggeva romanzi d’amore

Casa editrice: Guanda

Anno: I ed. 1989

Pagine: 132

Prezzo: 11,00€

ISBN 88 -7746-644-8

 

Recensione: “Il vecchio che leggeva romanzi d’amore” è un romanzo dello scrittore cileno Luis Sepúlveda, ambientato in un piccolo paesino dell’Amazzonia chiamato El Idilio, immerso nella selvaggia foresta pluviale. Antonio José Bolívar Proaño, dopo la morte della sua povera moglie, conduce una vita modesta e si dedica alla lettura e rilettura di romanzi d’amore, nella pace della sua capanna. Egli ha vissuto per diverso tempo a stretto contatto con gli indigeni, ne ha imparato usi, abitudini e superstizioni, ed inoltre ha tratto da loro insegnamenti utili a sopravvivere, tra le insidie della foresta nella natura incontaminata.

Per questo motivo, il sindaco gli affida la missione di uccidere una femmina di tigrillo, un animale simile al ghepardo, ma più intelligente, che semina il terrore sbranando gli abitanti del villaggio, in seguito all’uccisione dei suoi cuccioli da parte di un cacciatore. Come tutti i romanzi di Sepúlveda, la scrittura è fluida e semplice; la narrazione essenziale, mai eccessivamente descrittiva, fresca e leggera; i personaggi sono curati nei loro caratteri distintivi e spesso evidenziati da soprannomi divertenti; è un libro versatile, adatto sia ad un pubblico adulto che ai bambini e ragazzi.

Un romanzo non impegnativo, ma non privo di contenuti: troviamo infatti una critica al disboscamento e ai danni provocati da esso nel corso del tempo in Amazzonia, varie considerazioni sulla caccia e il suo utilizzo nella nostra cultura e una riflessione sull’alterazione degli habitat naturali di alcune specie animali ad opera dell’uomo. Un romanzo che fa riflettere ma senza appesantire, alla portata di tutti, che può accompagnare una mattinata al mare o una sera d’estate in giardino.

 

Riproduzione Riservata

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società