L’Università di Sassari rilancia ancora: i corsi di laurea diventano 60

L’Università di Sassari, forte del secondo posto in Italia nella classifica Censis tra gli atenei medi, arricchisce l’offerta formativa per il quinto anno consecutivo e lancia tre nuovi corsi di laurea. Diventano così complessivamente 60 i corsi di studio: 31 lauree triennali, 23 magistrali e 6 magistrali a ciclo unico; 36 ad accesso libero e 24 ad accesso programmato (15 locali e 9 nazionali).

Le novità sono le magistrali in “Gestione dei flussi migratori” e “Innovation Management for sustainable tourism” nonché il corso di laurea triennale in “Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia”, abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di radiologia medica. Aumentano anche i corsi internazionali che diventano 8 (erano 6 l’anno scorso), di cui tre interamente in lingua inglese: Wildlife management, conservation and control oltre ai due citati corsi di laurea magistrale di nuova istituzione. Le attività didattiche si svolgono nelle sedi dell’ateneo a Sassari, Alghero, Olbia, Nuoro e Oristano. Le lezioni saranno nuovamente in presenza nelle aule, con riaperture degli spazi in totale sicurezza, nel rispetto delle distanze minime e con accorgimenti utili a evitare gli assembramenti- Nel contempo, sarà garantita la fruizione anche da remoto delle attività didattiche.

Le iscrizioni per i corsi ad accesso libero e anni successivi al primo, immatricolazioni e iscrizioni saranno aperte dal 1° agosto al 18 ottobre. Corsi a numero programmato nazionale

Per i corsi ad accesso programmato nazionale, valgono scadenze diverse: entro le ore 15.00 del 23 luglio su www.universitaly.it per Medicina (142 posti) e Odontoiatria (30 posti), con test nazionale il 3 settembre; anche per Veterinaria (46 posti) la scadenza è il 23 luglio alle 15.00, mentre il test in tutta Italia si svolgerà il 1° settembre;  per Scienze dell’Architettura e del progetto (70 posti tra Architettura e Design) la scadenza è il 2 settembre alle 14.00, con test nazionale l’8 settembre; le iscrizioni alle Professioni sanitarie, dal sito di Uniss, scadono invece il 27 agosto alle 12.00 e il test nazionale si terrà l’8 settembre. Questi i posti disponibili: Infermieristica 200, Ostetricia 18, “Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia” 33, Tecniche di laboratorio biomedico 35. 

Grazie a una convenzione tra l’ateneo di Sassari e la piattaforma online WAU, i candidati potranno esercitarsi online con simulazioni dei test a numero programmato già a partire dalla fine di luglio. Tutte le informazioni saranno pubblicate su www.uniss.it.

 

I nuovi corsi

Corso di laurea in Tecniche di Radiologia medica per immagini e radioterapia -Facoltà di Medicina e Chirurgia

Il Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia è abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia.  Ha lo scopo di formare operatori sanitari autorizzati ad espletare indagini e prestazioni radiologiche e tutti gli interventi che richiedono l’uso di sorgenti di radiazioni ionizzanti, sia artificiali che naturali, di energie termiche, ultrasoniche, di risonanza magnetica nucleare. Il Corso dura tre anni per 180 Crediti formativi universitari complessivi. La prova finale ha valore di Esame di Stato, abilitante all’esercizio professionale. Il titolo di studio consente l’accesso a Corsi di Laurea Magistrale della Classe delle Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche, a Master di primo livello e a Corsi di Perfezionamento. I laureati in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia possono trovare occupazione come dipendenti e o libero professionisti, in strutture sanitarie pubbliche o private. I posti disponibili sono 40 

 

Corso di laurea magistrale in Innovation management for sustainable tourism – Dipartimento di Scienze economiche e aziendali

Il corso di laurea magistrale, unico in Sardegna per i suoi contenuti, in Innovation management for sustainable tourism è un corso a vocazione internazionale interamente in lingua inglese che intende formare figure professionali in grado di svolgere funzioni manageriali nell’ambito di organismi pubblici e privati operanti nel settore del turismo, con una visione orientata all’innovazione e alla sostenibilità economica, sociale e ambientale ed un focus particolare sull’interpretazione dei trend di mercato e sulla misurazione del benessere equo e sostenibile.

Il percorso formativo mira a trasferire le competenze specialistiche necessarie affinché il laureato possa affermarsi nel mercato del lavoro regionale, nazionale e internazionale per progettare, organizzare e gestire sistemi di offerta turistica completi e sostenibili. Tra le competenze distintive che il laureato acquisisce si segnalano quelle necessarie per pianificare e implementare strategie digitali e di innovazione utili per sostenere la competitività di una destinazione turistica e per orientare l’azione di contesti organizzativi pubblici o privati anche con l’uso delle tecnologie 4.0 (wearable technologies, cloud computing, big data, open data, machine learning, etc.)

Sono in corso di definizione accordi con università straniere in modo che gli studenti interessati possano trascorrere il secondo anno di studi all’estero. L’accesso è libero (previa verifica dei requisiti minimi iniziali).

 

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società