Cosa trovo al mercato nel mese di Giugno ?

Nel mese di Giugno al mercato possiamo trovare molta frutta ricca di antiossidanti come le antocianine e il licopene ma anche ricche di carotenoidi. Esempi di frutta possono essere: ciliegie, fragole, lamponi, albicocche, pesche, susine e melone. Per quanto riguarda le verdure troviamo le melanzane, varie tipologie di insalate verdi, le bietole e gli asparagi. Questo mese concentriamo la nostra attenzione su un frutto particolare, quasi dimenticato: la nespola.

 

VALORI NUTRIZIONALI

In 100 grammi di prodotto troviamo: 85,3g di acqua, 6,10g di carboidrati (di cui zuccheri 6,10g), 2,1g di fibre, 0,4g proteine e 0,4g di lipidi per un apporto calorico di circa 30 kcal. Dal punto di vista vitaminico, le nespole sono ricche di vitamina A, C e del gruppo B, mentre per quanto riguarda i sali minerali troviamo abbondante il potassio, il sodio, il calcio, il fosforo e il ferro. In essa sono presenti carotenoidi, tannini, flavonoidi, acidi organici (tra cui acido citrico, acido malico, e acido tartarico che, durante la maturazione, si trasformano in massima parte in sostanze zuccherine).

 

PROPRIETÀ E BENEFICI

Diverse sono le proprietà benefiche associate a questo frutto. Azione antinfiammatoria, astringente e diuretica: la nespola è in grado di regolarizzare la funzionalità intestinale, grazie al buon contenuto di fibra, che promuove la peristalsi e l’eliminazione delle feci. Il frutto non del tutto maturo è di aiuto in caso di diarrea, mentre il consumo di nespole mature favorisce la regressione delle infiammazioni emorroidali. Abbassare il colesterolo “cattivo” nel sangue, grazie alla presenza di pectina, una particolare fibra che riduce il riassorbimento di colesterolo nel colon e ne facilita l’espulsione. Benessere dei vasi sanguigni e dell’intero apparato circolatorio, grazie al potassio che contribuisce alla regolazione della pressione arteriosa e prevenendo patologie come infarto ed ictus. Problemi renali come ad esempio insufficienza renale, calcoli renali, iperuricemia e gotta. Funzione antipiretica contro la febbre e rimineralizzante, in quanto è utile in caso di carenze da minerali o come recupero dopo un’attività sportiva. Aiuta a indurre il senso di sazietà, per cui è consigliata in diete ipocaloriche.

 

CONTROINDICAZIONI

I semi della nespola non devono essere ingeriti, perché tossici. Altra cosa importante è che un consumo eccessivo del frutto e quindi la forte presenza di tannini, può determinare stitichezza. Per questo motivo si consiglia di non esagerare con le quantità in chi soffre di stipsi e costipazione.

 

Riproduzione Riservata

 

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società