Stanchezza cronica? Un aiuto con i fiori di Bach

Si chiama Banskia robur, il rimedio floreale australiano che previene gli esaurimenti da stagione e da lavoro e il calo delle difese immunitarie regalando nuova energia.

Adora i luoghi umidi dell’Australia meridionale, dove cresce rigogliosa tra stagni e acquitrini costieri. La Swamp banskia, o “Banskia delle paludi” attira l’attenzione per le grandi spighe fiorite giallo-verdi a forma di cilindro, che svettano tra le foglie rigide e dentellate. Con queste infiorescenze si prepara il fiore australiano Banksia Robur, utile in caso di affaticamento e calo di energia. Il rimedio è indicato per le persone di solito attive e dinamiche, che attraversano un periodo di difficoltà a causa di problemi familiari o professionali, eventi difficili, situazioni di stress che hanno “prosciugato” le loro energie.

 

Restituisce vigore psicofisico

Un simile, momentaneo esaurimento può capitare dopo eccessivi sforzi lavorativi o di studio, durante la convalescenza oppure in seguito a delusioni, insuccessi o preoccupazioni. Nel trattamento della “sindrome da stanchezza cronica”, l’essenza è in grado di svolgere una funzione di sostegno dell’organismo. Un bagno a base di Banksia Robur (da fare 1-2 volte al giorno) può notevolmente rafforzare l’effetto del rimedio. Basta diluirne 20 gocce nell’acqua della vasca e rimanere immersi per 10 minuti.

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società