Gli artisti sardi in una scia di passione e gratitudine con UNIDOS

…“un incrocio di destini in una strana storia”, così cantava Francesco De Gregori nel suo brano, “Il bandito e il campione”, quello stesso destino che ha saltuariamente fatto incrociare le vite di due amici prima di tutto e poi, per un certo periodo di tempo anche colleghi nel settore della musica; parliamo di Alvin Solinas e Alessio Paddeu.

Facciamo un passo indietro. Era il 2006, e sia Alvin che Alessio si ritrovarono compagni di viaggio in una nave carica di sogni alla volta di Roma, direzione, Cinecittà Studios, per tentare l’accesso alla scuola più famosa d’Italia: Amici di Maria de Filippi. Dopo quell’esperienza le strade dei due artisti come sempre accade nella vita, presero altre direzioni, ognuno con la sua storia e il suo vissuto.

Alvin dopo quel 2006 ha accantonato i progetti musicali ed è via via diventato un imprenditore di successo in tutta l’isola nel settore degli infissi, mantenendo intatto lo stesso amore viscerale per la musica che sappiamo essere ancora parte integrante della sua vita. Alessio dal “canto suo” (ci perdonerete la battuta), reduce da esperienze discografiche deludenti e talent internazionali un po’ più appaganti, fra Romania, penisola e Inghilterra, rimpatria 2 anni e mezzo fa, con la voglia di “ripartire”da sé stesso puntando sulla formazione professionale, concludendo gli studi superiori, diplomandosi all’ITAS- SALVATOR RUJU e iniziando un percorso accademico triennale al Conservatorio di Sassari.

Sono ormai fin troppo noti i fatti ai quali dallo scorso Marzo, stiamo inesorabilmente assistendo, fatti che hanno mutato, gioco forza, la nostra vita, la nostra routine in pochissimi mesi, nuovi adattamenti di ogni tipo, un ex novo di abitudini alle quali non eravamo pronti, ma anche tante occasioni per ritrovarsi, come è successo per Alessio e Alvin.

Carpe diem, quam credula postero quindi, diceva il poeta latino Orazio, e galeotto fu proprio il bimestre forzato di lockdown a far cogliere quell attimo da cui tutto ha iniziato a prendere forma, dapprima in sordina, in seguito più concretamente.

Il tutto comincia appunto quando Alessio partecipa a una bella iniziativa sul web intitolata #iorestoaacasaesuono, ideata per l’occasione da Carlo Pieraccini e Roberto Acciaro, che vede impegnati tanti artisti sassaresi e non, cimentarsi in perfomances video registrate, tutte rigorosamente dal vivo e con l’ausilio dei loro personali strumenti, iniziativa che fra qualche scetticismo e consensi, ha ottenuto un alto gradimento in termini di pubblico, likes e followers.

Ed ecco che arriviamo al quid, a quel famoso destino che chiude il suo cerchio, iniziato 15 anni fa.

Una notte proprio sul finire della tanto agognata fase2 , Alessio sull’onda dell entusiasmo, e poco prima di abbandonarsi al sonno, propone al ritrovato compagno di avventure, UNIDOS con la voce e con il cuore , il quale accetta immediatamente senza alcuna esitazione, forse sapendo già cosa nascerà da tutto ciò.

 

Ma cosa è, UNIDOS?

Un bellissimo progetto benefico, di cui Alvin è ormai un esperto comandante ( già parte attiva in, Una canzone per un sorriso) che vede coinvolti 22 artisti sardi fra performers e musicisti, apprezzatissimi in tutta la Sardegna e non solo, re-interpretare una sempre verde appassionata e soprattutto attinentissima al periodo, STRADA FACENDO di Claudio Baglioni, insieme ad uno splendido videoclip girato in una suggestiva location – Su crocifissu mannu- a un passo dall’altare di Monte d’Accoddi, sotto l’attenta regia e montaggio di Igor Biddau ( Bianco di Babbudoiu, Come se non ci fosse un domani, Mi chiamava Valerio, Smile Factor) e la sua Video Bottega Digitale coadiuvato dall’eccezionale troupe composta da: Daniele Diana, Gianpaolo Stangoni, Andrea Ru, Enrico Pinna, Maurizio Di Palma

Ma è lo scopo, il fine ultimo che fa da trait d’union, che in italiano significa appunto, tratto di unione, a rendere unico e meraviglioso questo importantissimo progetto in quanto sia il videoclip che la traccia audio, andranno a far parte di un CD che verrà messo in vendita al costo di 10€ e tutto il ricavato andrà agli splendidi EROI del reparto di terapia intensiva dell’ospedale SS ANNUNZIATA di Sassari, che fra notti insonni e digiuni, hanno condotto quest’ emergenza sanitaria con zelo estremo, professionalità e soprattutto con profonda umanità. A tutta l’equipe medico sanitaria, va il nostro più sentito GRAZIE, per tutto quello che siete, che avete fatto, che fate e che farete in futuro.

Lieto fine, direte giusto? Invece no! UNIDOS, cavalcando questa travolgente scia di passione e assoluta gratitudine, inizia già a pensare a un secondo progetto, dopo l’estate, di cui però ancora non ci è dato di sapere troppo.

Un enorme plauso infine, va a tutti questi artisti che a titolo totalmente gratuito, hanno sposato questa lodevole causa, augurandoci che possa essere di buon auspicio per tracciare i titoli di coda definitivi a questo periodo, marchiato indelebilmente nei nostri ricordi, da raccontare negli anni a venire.

Di seguito, tutti gli artisti che hanno preso parte a UNIDOS con la voce e con il cuore:

Alvin Solinas, Alessio Paddeu, Marta Tedde, Ilario Grilli, Roberto Acciaro, Laura Giordo, Massimo Melis, Alberto Bazzoni , Domenico Bazzoni, Andreas Delirioo, Carlo Pieraccini, Gianbattista Virdis, Serena Cartamantiglia, Elisa Doddo, Salvatore Saba, Morgana Brais, Gavino Ruiu, Gavino Depalmas.

 

MUSICISTI :

Marco Mura: Batteria

Antonello Aversano : Basso elettrico

Alessandro Damini : Chitarre elettiche/ acustiche Roberto Acciaro : Pianoforte/tastiere/hammond

Arrangiamento vocale e arrangiamento cori : Alessio Paddeu/ Roberto Acciaro

Sound Engineer, mixing & mastering : Jo Erre, presso Artesonos. Grafico :Samuele Pinna

Fotografo : Roberto Pintus Direzione Artistica : Alessio Paddeu

Produzione Esecutiva : Alvin Solinas

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società