Oltre le nostre credenze limitanti

Una credenza limitante è assimilabile ad una “scritta sul nostro muro della mente”. Ogni volta che affrontiamo una situazione vecchia o nuova, in automatico andiamo a consultare alcune delle nostre convinzioni. All’interno di quel magazzino che è la mente, conserviamo sia convinzioni limitanti, sia convinzioni potenzianti.

Queste credenze sono state installate dalla nostra famiglia, dalla scuola, dalla società, da noi stessi. Ad esempio, il mio desiderio di scrivere un libro poterebbe rimanere per sempre solo un desiderio (sogno), perché nel momento in cui penso di dar vita al mio progetto, una convinzione limitante potrebbe affacciarsi alla mia mente bloccandomi.

Un modo per togliere energia ad una convinzione limitante è quella di scomporla in tutte le sue componenti principali (aspetti).

Prendete carta e penna e scrivete una delle vostre convinzioni limitanti riguardante un argomento. Se ne avete più di una, come è normale che sia, scrivete le prime 3 o 4 ed assegnate ad ognuna un valore compreso da 0 a 10. Zero significa che quella convinzione limitante è per voi insignificante, dieci significa invece che ha un impatto enorme.

Nel caso ci siano due o più convinzioni a pari merito, scoprite fra queste chi ha l’impatto maggiore ad esempio assegnando un “+”.

Il passo successivo è quello di scomporre la convinzione limitante con il punteggio più alto, in tutte le sue componenti.  Una convinzione limitante possiamo immaginarla come il piano di un tavolo, mentre i singoli aspetti come le sue gambe.

Fino a quando non taglierete tutte le gambe del tavolo, la convinzione limitante continuerà a stare in piedi.

Torniamo ora all’esempio del libro, voi ovviamente lavorate sulla vostra convinzione limitante e seguitemi.

Non riuscirò mai a scrivere un libro (10+) – convinzione limitante principale

Di seguito individuo tutti gli aspetti ad essa legati.

Non sono capace; non ho mai scritto un libro; chi sa cosa penseranno gli altri; chi sono io per scrivere un libro.

Ora per ogni singola componente provate a mettere in dubbio quella credenza.

Non sono capace: sono sicuro? posso documentarmi su come si scrive un libro ed inizio a scrivere

Non ho mai scritto un libro: tutti gli scrittori del mondo hanno iniziato scrivendo il loro primo libro

Chi sa cosa penseranno gli altri: potrebbero apprezzare il mio libro ma se non lo scrivo non posso saperlo

Chi sono io per scrivere un libro: sono una persona che come tantissime altre (milioni di altri scrittori) può scrivere qualcosa su un argomento a me particolarmente caro.

Ogni giorno, per almeno un mese, rileggete la lista dando ancora più enfasi alle frasi che smontano ogni singolo aspetto, utilizzate un evidenziatore ed evidenziate i contro aspetti.

Questo è un modo per iniziare a lavorare su una convinzione limitante e toglierle energia, in questo modo potrete iniziare a muovervi verso il vostro nuovo obiettivo.

Vi auguro il meglio!

 

Riproduzione Riservata

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società