Psicoterapia della Gestalt e adattamento creativo

Introduzione

Salve a tutti cari lettori, dedichiamo questo mese nell’introdurre uno specifico modello psicoterapeutico, la Gestalt. Andrò a definire semplici e focalizzati concetti di essa in modo che possiate entrare maggiormente nel clima e coglierne le importanti qualità che la caratterizzano e la rendono unica nel suo intervento.

 

Analisi

La Gestalt è un metodo psicoterapico che integra differenti modelli corporei, esperienziali, del profondo, di gruppo e familiari. Due parole in riferimento alla parola “Gestalt” ci portano ad evidenziare che non esiste una specifica corrispondenza in italiano, possiamo tradurla come “forma”, ma l’idea cardine in realtà indica l’attitudine mentale nel legare tra loro differenti elementi. Tre o più punti posti uno davanti all’altro, possono portarci mentalmente nel vedere una linea anziché i singoli punti separati. La vetrina di un negozio, con la sua specifica composizione e con i differenti elementi, in automatico andrà a creare uno specifico pensiero/vissuto. Osserviamo perciò come ognuno di noi crei continuamente delle gestalt sulla base degli elementi presenti nell’ambiente e/o interni alla persona. Diventa anche vero (e questo è un dato molto importante per una nostra analisi) che ogni gestalt potenzialmente può non arrivare a una completa ed esaustiva chiusura mentale. Quando questo si verifica e come se vi fosse uno spreco di energie per cercare di “chiudere un cerchio” rimasto aperto. Proprio come quando abbiamo la sensazione che qualcosa ci sia rimasto in sospeso. Riflettete se questo vi sia o vi stia capitando e ponetevi l’obiettivo di portare a compimento queste situazioni. Notiamo come questa prima parte ci dica che esiste un processo mentale che connette noi stessi all’ambiente in modo flessibile e armonioso. Questo stesso processo mentale necessita anche di allenamento e focalizzazione da parte nostra. Tecnicamente questo processo viene realizzato da quello che in gestalt è detto il “sè”. Spenderemo in prossimi articoli ulteriori parole per comprendere in modo semplice e immediato cosa sia precisamente. Il modello Gestaltico si affaccia così nell’area clinica leggendo l’essere umano come un tutt’uno con l’ambiente, rimanendo continuamente connesso e in interazione con esso. Vediamo proprio in questo punto il focus del lavoro in psicoterapia della Gestalt, analizzare e comprendere come avvenga la “creazione della relazione” tra l’individuo e l’ambiente, considerando l’esistenza di una loro costante interazione. Le differenti problematiche psicologiche vengono comprese ponendo alla base l’analisi dello stile relazionale che l’individuo ha con sé stesso e l’ambiente. Focalizzare quale sia la modalità con la quale una persona arriverà ad incontrare l’altro. La relazione è sia terreno nel quale avviene lo scambio che “strumento” da maneggiare per incontrare ciò che succede al di fuori dell’individuo. Fin dal nostro primo giorno di vita e nei giorni a seguire abbiamo imparato a relazionarci, però come ogni buona cosa con l’esistenza di alcuni difetti e direi con una non piena consapevolezza di come la relazione stessa funzioni. È appunto il modello Gestaltico in psicoterapia che mira al rimodulare e affinare la gestione di essa incrementando il nostro grado di consapevolezza. Se fatte caso vi renderete conto che ogni situazione e/o momento della vita è basato sulla creazione di relazioni. Queste saranno con persone, situazioni, ricordi, emozioni, ma sempre e comunque quello che avviene a livello di dinamica e la creazione di relazioni Andiamo a definire quello specifico punto nel quale avviene l’incontro tra la persona e l’altro come “confine di contatto”. È appunto un confine nel quale si vedono e riconoscono i rispettivi bisogni, e la differenza la si vedrà proprio in base a come sarà questo incontro, questo accettare e integrare le rispettive parti. La gestalt riserva grande importanza ai bisogni umani e a come ogni singola persona si adoperi per portarli a compimento nella quotidianità. Una non adeguata focalizzazione e non attento ascolto andrà a generare comportamenti e scelte non pienamente volute. Una grande parte del modello gestaltico è appunto focalizzata sull’analisi di quali dinamiche portino la persona a realizzare.

 

Conclusioni

Abbiamo iniziato ad esplorare uno specifico modello psicoterapeutico, la Gestalt. Ottimamente canalizzata nel favorire l’espressione della vitalità umana nelle sue differenti forme, ci evidenzia che siamo evolutivamente mossi nell’analizzare la realtà e i vissuti con l’obiettivo di non lasciare nessuna “Gestalt” incompiuta. L’approccio Gestaltico è fondato sull’analisi della relazione, perché grazie ad essa noi creiamo e siamo continuamente immersi in una fitta rette di scambi. La relazione assume così una duplice forma, terreno sul quale incontrare l’altro e importantissimo strumento che ogni essere umano deve saper gestire per incontrare l’altro all’interno della relazione.

 

Riproduzione Riservata

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società