Il Pilates

Un corpo libero da tensione nervosa e da stanchezza è il rifugio ideale che la natura offre come alloggio a una mente ben equilibrata, pienamente in grado di risolvere con successo tutti i complessi problemi della vita moderna.  J.PILATES

 

Oggi parliamo della “TECNICA PILATES” una disciplina che in origine si chiamava “contrology”,  studiata e ideata da Joseph Hubertus Pilates, nato nel 1883 a Moenchengladbach, in Germania.

Un bambino di salute fragile, che dedicò la sua vita allo sport. Oltre a culturismo, subacquea, sci e atletica, per migliorare il suo stato di benessere fisico si interessò allo studio dell’anatomia e alla fisiologia umana. Il suo percorso personale e professionale culminò nel 1925 quando si trasferì a New York, dove incontrò sua moglie Clara e aprì il suo studio per far conoscere la propria tecnica codificata inizialmente come “contrology”, che sarà anche il tema del suo libro (Return to life through contrology, 1945)  In questo lavoro introduce consigli specifici per quanto riguarda la postura, la meccanica del corpo, la respirazione corretta, la flessibilità della colonna vertebrale e la forte connessione tra mente e corpo. Morì a New York il 9 ottobre 1967. Ma arriviamo ai giorni nostri, dove la parola Pilates è sdoganata in maniera confusionaria e, spesso, inadatta.

Approfitto delle domande che più comunemente mi vengono rivolte per alcuni importanti chiarimenti a riguardo:

 

Cosa è il Pilates?

Il Pilates, prima di tutto, non è una cosa, ma una disciplina con precisi fondamenti e metodologie che prende il nome dal suo ideatore. La tecnica Pilates è divisa in due tipologie di lavoro, Matwork, cioè il lavoro a terra con o senza l’utilizzo di piccoli attrezzi. Questi ultimi posso essere inseriti come materiale di ausilio per certi esercizi o per incrementarne l’intensità . La seconda tipologia è quella che prevede il lavoro sui macchinari che sono: reformer, chair, barrel e trapeze o cadilac. Non esiste una soluzione migliore. Entrambi i metodi sono validi e uno non esclude l’altro, in quanto hanno scopi differenti ma che allo stesso tempo si completano a vicenda e possono essere adattati alle esigenze della persona.

 

Quali sono i principi che vengono applicati durante la pratica del Pilates?

Essi possono essere sintetizzati in:

  • Concentrazione;
  • Respirazione;
  • Baricentro;
  • Controllo;
  • Precisione;
  • Fluidità.

Questi principi sono la base forte di questa disciplina che la rendono differente da altre pratiche, non migliore o peggiore, ma differente.

Il nostro corpo è una macchina perfetta, funziona grazie al lavoro sinergico tra mente e corpo, per questo è necessario praticare il Pilates cercando di seguire questi principi che, con il tempo, ci aiuteranno ad arrivare ad una maggiore consapevolezza corporea e ci consentiranno di acquisire la capacità di sentire e ascoltare realmente il nostro corpo. Non si tratta quindi di un semplice insieme di esercizi, ma di un vero metodo che, negli anni si è perfezionato continuamente.

 

Il Pilates fa bene a tutti?

SI, è una pratica rivolta a tutti, giovani, anziani, sportivi d’elite e amatoriali, donne in gravidanza etc. Ovviamente gli approcci saranno differenti ma ciò che conta è il rispetto di quelli che sono i principi fondamentali.

 

Il Pilates fa dimagrire?

Ecco. Qui vorrei tanto usare una di quelle faccine tipiche di “Whatsapp”, ma la risposta è: NO. Scusate ma era necessario. L’obiettivo primario del Pilates consiste nel portare l’individuo a muoversi con consapevolezza, grazia ed equilibrio. Avere una buona postura non è scontato, per tanti motivi, e non è meno importante di un fisico asciutto e ben allenato. Le posture scorrette sono il risultato di più fattori che possono influenzarla, come l’ambiente, lo stile di vita, componenti psico-fisiche ed emozionali. Esse sono spesso sinonimo di dolori alla schiena che limitano le attività della vita quotidiana o le prestazioni sportive.

Il corpo ci manda segnali, e dobbiamo solo imparare ad ascoltarli.

 

Riproduzione Riservata

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società