Chi è il Coach ?

Cari lettori,

bentrovati nella rubrica dedicata al coaching, questo mese voglio parlarvi di chi è il Coach e di come si articola il suo lavoro. Un Coach è un allenatore personale che lavora con il suo cliente al fine di raggiungere un determinato obiettivo. Il primo contatto con il cliente serve proprio alla definizione precisa di questo obiettivo che tanto più è preciso, chiaro e definito nel tempo, tanto più è raggiungibile. Un obiettivo per il cliente potrebbe essere ad esempio quello di cambiare lavoro. Il Coach cercherà, attraverso le tecniche di coaching, di far focalizzare l’attenzione del cliente sull’obiettivo finale e sugli obiettivi intermedi. Il Coach cercherà di comprendere, insieme al cliente, quali sono le risorse da utilizzare al fine di raggiungere l’obiettivo e quali sono invece le forze contrarie (ostacoli) che lo allontanano da questo. attività di coaching ho più volte appurato che al cliente non è ancora chiaro quale è il prossimo porto da raggiungere.

Una prima difficoltà è quella di scegliere fra varie destinazioni ma sappiamo bene che sarà necessario sceglierne una sola affinché il viaggio sia diretto, veloce e possa portarci alla meta finale. Se il cliente ha diversi obiettivi da raggiungere allora è bene dare delle priorità ed iniziare a lavorare sull’obiettivo a priorità più alta. Dopo questo primo passo è necessario comprendere quali sono le risorse a disposizione del cliente e quali sono, invece, le forze contrarie che potrebbero ostacolarne il viaggio. Possiamo pensare alle risorse come agli strumenti presenti all’interno dell’imbarcazione: bussola, anemometro, cartografia, ecoscandaglio, ecc.

Il primo lavoro è quello di verificare se il cliente è in possesso almeno degli strumenti fondamentali che possano garantire una navigazione sicura. Nel caso il cliente non disponesse di questi strumenti, compito del Coach sarà quello di lavorare con lui in modo da farglieli acquisire. Altro punto fondamentale è quello relativo alle forze contrarie che impediscono alla barca di raggiungere la destinazione finale. Pensate ad esempio al mare grosso che impedisce una navigazione sicura ed un viaggio piacevole. Il cliente potrebbe dover aspettare che il mare si calmi prima di affrontare la navigazione, magari prima di cambiare lavoro deve attendere e comprendere determinate questioni. Il Coach deve essere capace, attraverso domande aperte o domande specifiche, di cogliere tutti questi aspetti e metterli in evidenza al cliente affinché possa poi prenderne coscienza. Una volta che il cliente possiede gli strumenti di base per la navigazione e ha compreso quali sono le possibili forze contrarie, può iniziare la navigazione sempre assistito dal suo “allenatore” personale che gli starà a fianco durante tutto il percorso e fino al raggiungimento della meta finale. Potrebbe infatti capitare che durante il percorso possano esserci degli ostacoli improvvisi da affrontare e delle situazioni da gestire ma questo fa parte del percorso di crescita personale. Il Coach non giudica il cliente ma lo sostiene e lo motiva affinché possa maturare fiducia nelle proprie capacità di “navigazione” per poter affrontare da solo i futuri viaggi.

Un buon Coach lavora sempre a fianco di altri professionisti in modo da garantire il massimo supporto verso il cliente finale. Ci sono varie specializzazioni per i Coach, le più importanti sono: life coach, business coach e sport coach. Il life Coach opera nel campo della crescita personale del cliente e nello sviluppo dei sui potenziali, il business coach opera nel campo del business affrontando tutte quelle questioni che possono impedire ad un dirigente o ad un’azienda di raggiungere i risultati sperati. Lo Sport Coach opera nel settore dello sport, aiutando gli atleti a lasciare andare paure e convinzioni limitati in modo da incrementare le loro performance sportive. Per fare il Coach ci vuole passione, predisposizione naturale e studio costante. Ogni buon Coach a sua volta fa riferimento ad un altro Coach in modo che possa sempre continuare il proprio percorso di crescita personale e professionale. Il mio consiglio è quello di affidarvi ad un Coach serio, professionale e preparato che possa accompagnarvi nel raggiungimento dei vostri obiettivi personali e professionali in modo che, alla fine del percorso, possiate in autonomia navigare sulla vostra “personale barca a vela”. Vi auguro il meglio, buona vita, sempre!

 

Riproduzione Riservata

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società