Tra reato di stalking e Patrocinio gratuito

LA VITTIMA DEL REATO DI “STALKING” (O DI ALTRI GRAVI REATI CONTRO LA PERSONA) HA SEMPRE DIRITTO AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO!

La nostra Costituzione garantisce a TUTTI il diritto di agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi. Eleva il diritto alla difesa tra i diritti inviolabili del nostro sistema, e ciò in ogni stato e grado del procedimento. Afferma, inoltre, che “sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione”.
Al fine di attuare pienamente queste parole di grande civiltà giuridica, il legislatore italiano ha introdotto nell’ordinamento - tra gli altri - l’istituto del “Patrocinio a spese dello Stato” detto più comunemente “gratuito patrocinio”.

Per essere ammessi al Patrocinio a spese dello Stato è necessario essere titolari di un reddito annuo imponibile, risultante dall’ultima dichiarazione, non superiore ad € 11.493,82. Se chi presenta la domanda di ammissione convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito si considera composto dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente del nucleo così formato. Il limite iniziale, in questo caso, sarà aumentato a seconda del numero di conviventi. Fatta questa breve ma necessaria premessa, in questo articolo voglio mettere in evidenza un’ulteriore previsione normativa che cerca di andare incontro alle vittime di alcuni gravi reati in modo da spingerle alla difesa, rimuovendo qualunque ostacolo economico. È bene sapere, infatti, che le persone offese dal reato di “stalking” e tutte le vittime di altri gravi delitti contro la persona (come ad esempio la violenza sessuale, i maltrattamenti in famiglia o gli atti sessuali con minorenni) hanno diritto – per quanto attiene agli aspetti penalistici - al beneficio del Patrocinio a spese dello Stato A PRESCINDERE DAL REDDITO DICHIARATO.
Se invece il danneggiato dai suddetti reati intende anche costituirsi parte civile nel processo penale per ottenere il risarcimento, potrà ricorrere al gratuito patrocinio nei limiti di reddito sopra riportati.

 

 

Riproduzione Riservata

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società