Altro Tonfo !

Nella 23^ giornata di Serie A il Cagliari prosegue il suo momento negativo (ancora nessuna vittoria raccolta nel 2020) uscendo sconfitto dal Ferraris per mano del Genoa, che riesce a portare a casa l’intera posta in palio grazie al gol di Goran Pandev al 43’ del primo tempo, che beffa Cragno con un tiro-cross velenoso. Per i rossoblù arriva quindi la 5^ sconfitta nelle ultime nove giornate di campionato, dove ha raccolto solamente 4 punti.
Che non fosse una domenica fortunata per i cagliaritani lo si capisce prima del fischio d’inizio, quando Maran (già privo dell’infortunato Rog e dello squalificato Cigarini) deve rinunciare ad Oliva, fermato dalla febbre, spostando Cacciatore sulla linea di centrocampo.

L'avvio di partita vede le due squadre molto corte e il gioco staziona soprattutto a centrocampo; gli ospiti provano a far circolare palla provando ad innescare Simeone e Joao Pedro; è proprio del brasiliano il primo tiro della partita ma Perin blocca a terra. I padroni di casa rispondono con un tiro dell’argentino Sanabria che viene stoppato da Klavan. Ma la sfortuna continua a bersagliare la formazione isolana che nel giro dei primi 24’ è costretta ad effettuare due cambi obbligati causa infortunio; Cacciatore è sostituito da Walukiewicz, mentre Mattiello rimpiazza Faragò. Le sostituzioni scombussolano i piani di mister Maran e anche gli automatismi dei giocatori in campo ne risentono. I padroni di casa provano ad approfittarne e proprio su un errore di disimpegno da parte di Pellegrini, il genoano Ghiglione va vicino al gol, ma Cragno chiude lo specchio della porta. Lo stesso Ghiglione poco dopo la mezz’ora deve uscire per un problema muscolare, sostituito da Pandev; e proprio il nuovo entrato al 43’ punisce il Cagliari; il macedone si allarga sulla destra e dal limite dell’area fa partire un tiro cross che beffa Cragno, portando in vantaggio i suoi. Negli ultimi minuti nulla succede e le squadre vanno negli spogliatoi sul punteggio di 1-0.

Nella ripresa il Genoa, forte del vantaggio, gioca sulle ripartenze tentando più volte di piazzare il colpo del ko. Prima è Sanabria ad andare vicino al raddoppio ma il suo tiro in scivolata si spegne al lato; poi è Criscito a provarci dal limite ma non centra il bersaglio. Il Cagliari così prova a riorganizzarsi e si rende pericoloso con Joao Pedro, che servito ottimamente da Nainggolan va vicino al pareggio. Le squadre cominciano ad allungarsi e cominciano a fioccare le occasioni da ambo le parti; prima sono i padroni di casa ad avere due chance con Pinamonti e Sanabria, ma Cragno respinge in entrambe le circostanze. Gli ospiti rispondono con una punizione di Nainggolan, ma il portiere di casa Perin è attento. Dopo la mezz’ora le due squadre provano a cambiare effettuando le ultime sostituzioni a loro disposizione; nel Genoa entra Cassata al posto di Pinamonti (a inizio ripresa Ankersen era subentrato all’infortunato Shone); mentre Maran manda in campo il nuovo acquisto Pereiro che subentra a Klavan, modificando l’assetto tattico del Cagliari, ora a trazione anteriore alla ricerca del pareggio. Ma l’uomo più pericoloso della partita è ancora Pandev, che sfiora il raddoppio con un gran destro al volo, trovando ancora una volta l’ottima risposta di Cragno che devia in angolo. I minuti passano e i rossoblù provano gli ultimi disperati assalti; prima del novantesimo è Joao Pedro a sfiorare il pareggio; il suo colpo di testa in tuffo manca di poco il bersaglio; ma l’occasionissima arriva nell’ultimo dei 4 minuti di recupero concessi dall’arbitro Calvarese; un tiro dal limite dell’area di Nainggolan è deviato da un difensore genoano, ma la palla una volta scavalcato Perin, si stampa sulla traversa; sulla respinta Joao Pedro di testa si divora il gol mandando alto.

Arriva così il triplice fischio che decreta la fine dell’incontro, chiusosi con il risultato finale di 1-0 in favore dei padroni di casa; un risultato che in questo momento della stagione allontana i sogni europei del Cagliari; infatti ora i rossoblù sono ottavi, scavalcati in classifica da Verona e Bologna, e rimangono fermi a 32 punti sempre in compagnia di Milan e Parma.
Come anticipato in precedenza, per gli uomini di Mister Maran il sapore della vittoria manca ormai da nove turni consecutivi e, andando avanti di questo passo, si rischia di compromettere quanto di buon fatto nella prima parte del girone di andata, concludendo il campionato in modo anonimo; il prossimo turno vedrà i rossoblù impegnati nella sfida contro il Napoli di Gattuso, una partita sentitissima dalla tifoseria cagliaritana, che ne siamo certi, non farà mancare il proprio sostegno alla squadra in questo delicato momento della stagione, sperando di riuscire a far conquistare i primi tre punti dell’anno del centenario della compagine rossoblù.

 

IL TABELLINO

GENOA-CAGLIARI 1-0
Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Soumaoro, Masiello; Ghiglione (39' Pandev), Sturaro, Schone (6' Ankersen), Radovanovic, Criscito; Pinamonti (29' st Cassata), Sanabria.
A disp.: Marchetti, Jandrei, Barreca, Goldaniga, Iago Falque, Jagiello, Eriksson, Destro, Favilli. All.: Nicola
Cagliari Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Cacciatore (24' Mattiello), Pisacane, Klavan (32' st Gaston Pereiro), Pellegrini; Faragò (14' Walukiewicz), Nandez, Ionita; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone.
A disp.: Olsen, Paloschi, Birsa, Lykogiannis, Ragatzu. All.: Maran
Arbitro: Calvarese
Marcatori: 43' Pandev (G)
Ammoniti: Pinamonti, Radovanovic, Sturaro (G); Cacciatore, Simeone, Nainggolan, Pereiro, Mattiello, Nandez (C)
Espulsi: -

 

 

Ph. Cagliari Calcio -  © Paolo Mastrangelo, Chiaroscuro

Riproduzione Riservata

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società