L’Ivass ha denunciato e chiuso sei siti internet che commercializzavano polizze RCA False

Spesso ci imbattiamo in siti internet poco sicuri e non molto chiari, specie quando navighiamo per ricercare un prodotto a basso costo.
Siti mai pubblicizzati e magari mai sentiti nominare anche tra i conoscenti, però hanno il prodotto che ci interessa a prezzi stracciati.
Questo accade anche quando navighiamo su internet alla ricerca di una buona offerta per l'acquisto della polizza auto.
Purtroppo molti consumatori, abbagliati dall'idea di risparmiare, si lasciano coinvolgere dall'offerta.
Non acquistando un bene tangibile, i malcapitati, non si rendono conto che la polizza acquistata non ha alcun valore, fino al momento in cui incappano in un posto di blocco o peggio ancora causano un sinistro.

L'Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, con un comunicato stampa del 22 Gennaio, ha segnalato 6 siti internet che commercializzavano polizze assicurative false, tutti i clienti che hanno acquistato su tali siti, non sono regolarmente provvisti di copertura assicurativa.

 

Di seguito i siti chiusi da IVASS:

www.assiassicover.it
www.ssicuraqui.it
www.directassicurazione.com
www.goldassicura.com
www.latemporanea.net
www.quixabrokerassicura.com

Questi fantomatici portali digitali, non registravano la copertura assicurativa in banca dati (Ania) e di fatto i clienti risultavano a tutti gli effetti privi di copertura RCA.

L'Ivass raccomanda ai consumatori di prestare la massima attenzione e di valutare con cautela l'acquisto di polizze online e al telefono, specialmente per quanto riguarda i contratti temporanei (i più soggetti a contraffazione).

 

Come prevenire le truffe?

Prima di procedere con il pagamento del premio assicurativo alla compagnia telefonica o web scelta, l'acquirente deve sempre verificare se i contratti sono riconducibili a imprese (www.ivass.it) o intermediari regolarmente iscritti al RUI (Registro Unico degli Intermediari) e pertanto autorizzati alla commercializzazione di contratti assicurativi.

Qualsiasi sito che vende contratti online deve riportare nel proprio sito internet tutti i dati concernenti l'effettiva esistenza della società: indirizzo della sede legale, il numero di telefono, e la PEC, il numero, il riferimento e la data di iscrizione al RUI.

 

Su diversi siti (www.ilportaledellautomobilista.it) è possibile verificare la propria copertura assicurativa.

 

 

Riproduzione Riservata

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società