Abbattuti !!!

Abbattuti !!!

Gen 7, 2020 Off Di Nicola Chilau

Inizia con una pesante sconfitta l’anno del centenario del Cagliari; allo Juventus Stadium finisce 4-0 per i campioni d’Italia, che con un grandissimo secondo tempo schiacciano la compagine rossoblù, che raccoglie così la sua terza sconfitta consecutiva.
Maran ritrova Robin Olsen, che torna tra i pali dopo aver scontato le quattro giornate di squalifica; in difesa il giovane Walukiewicz sostituisce lo squalificato Pisacane. Sarri invece rinuncia al tridente delle meraviglie schierando il gallese Ramsey al posto di Gonzalo Higuain.
Il match parte con ritmi molto blandi, le due squadre rimangono molto corte e gli spazi risultano intasati; lo schema di Maran funziona e Olsen non corre grossi pericoli. La prima vera occasione da gol si registra al 31’ quando Dybala su calcio di punizione, pesca Ronaldo in area, che di testa impegna severamente Olsen (c’era comunque la posizione di fuorigioco del portoghese). Pochi minuti più tardi, da un angolo di Pjanic, Demiral svetta più in alto di tutti e colpisce la parte alta della traversa facendo correre un brivido sulla schiena dei tifosi rossoblù. L’unica sortita offensiva del Cagliari arriva al 41’; su azione di contropiede Nainggolan appena entrato in area colpisce male e non riesce ad impensierire il portiere Szczesny, rimasto inoperoso per tutti i primi 45 minuti; la prima frazione di gioco si chiude così a reti bianche con il risultato bloccato sullo 0-0.

Nel secondo tempo la compattezza difensiva del Cagliari dura appena 4’ minuti; disimpegno errato di Klavan che effettua un passaggio in verticale per Walukiewicz, sul quale si avventa Ronaldo che, una volta driblato Olsen in uscita, deposita la palla in rete per il vantaggio bianconero. Una volta sotto nel punteggio i ragazzi di Maran si sciolgono come neve al sole e pochi minuti dopo rischiano di capitolare nuovamente, ma Olsen respinge prima il tiro ravvicinato di Dybala e poi smanaccia la palla deviata fortuitamente da Klavan.
Il Cagliari intorno al quarto d’ora prova a riaprire il match; su azione di rimessa Joao Pedro serve sulla destra Nainggolan che crossa in mezzo all’area per la testa di Simeone, ma il colpo di testa dell’argentino si stampa sulla traversa. Ma è l’unico lampo degli ospiti nel dominio bianconero; Olsen evita il raddoppio sventando una punizione di Dybala al 63’ ma deve capitolare tre minuti più tardi; lo stesso argentino si procura un calcio di rigore magistralmente trasformato da Ronaldo che firma così la sua doppietta, 2-0.

Maran prova a cambiare e inserisce Faragò per Cacciatore; Sarri risponde inserendo Higuain per Dybala. Gli isolani si rendono pericolosi al 79’ ma la deviazione di Simeone (poi sostituito da Cerri) si spegne sul fondo.
Al 81’ la Juve chiude la partita; Higuain si presenta in area di rigore e il suo tiro (deviato da Klavan) inganna Olsen che non può far nulla per evitare il 3-0. Un minuto più tardi la Juve cala addirittura il poker; Ronaldo servito sulla sinistra dal nuovo entrato Douglas Costa, batte Olsen in uscita e firma la sua tripletta personale (la prima in serie A).
Nei minuti di recupero i rossoblù sono anche sfortunati e non riescono a siglare il gol della bandiera; il tiro di sinistro di Joao Pedro si stampa sul palo, negando al brasiliano la gioia del gol. Arriva così il triplice fischio dell’arbitro Giacomelli, che decreta la fine dell’incontro, chiusosi con un perentorio 4-0!
Ma nonostante la pesante battuta d’arresto il Cagliari resta al sesto posto in classifica con 29 punti, a una giornata dalla conclusione del girone di andata. In un momento chiave della stagione e se si vuole competere per un piazzamento europeo, anche la società dovrà fare le sue valutazioni ed eventualmente intervenire nel mercato di riparazione, allungando la rosa con almeno due o tre elementi per non arrivare con il fiatone nel rush finale del campionato. Ma prima di tutto occorrerà rialzare subito la testa sul campo, a partire dalla partita di sabato, quando alla Sardegna Arena arriverà il Milan. Una sfida contro i rossoneri in crisi di risultati ma da provare a vincere a tutti i costi per chiudere in bellezza il già ottimo girone di andata.

 

 

 

IL TABELLINO
JUVENTUS-CAGLIARI 4-0

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Demiral, Alex Sandro; Rabiot, Pjanic, Matuidi (38’ st Emre Can); Ramsey (35' st Douglas Costa), Dybala (25' st Higuain); Ronaldo. A disp.: Buffon, Pinsoglio, Danilo, De Ligt, De Sciglio, Rugani, Pjaca, Bernardeschi. All.: Sarri.
Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore (16’st Faragò), Walukiewicz, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini (40’ st Oliva), Rog; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone (35' st Cerri). A disp.: Rafael, Ciocci, Mattiello, Carboni, Deiola, Ionita, Birsa, Castro. All.: Maran.
Arbitro: Giacomelli
Marcatori: 4' st Ronaldo (J), 22' st Ronaldo rig. (J), 36' st Higuain (J), 37’ st Ronaldo (J)
Ammoniti: Rabiot (J), Joao Pedro (C)
Espulsi: -

 

 

 

 

Foto Cagliari Calcio

Riproduzione Riservata

Hits: 30