Il Museo di Cagliari vanta l’Autonomia Speciale

Secondo la definizione del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, ‘il museo è un’istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo. È aperto al pubblico e compie ricerche che riguardano le testimonianze materiali e immateriali dell’umanità e del suo ambiente: le acquisisce, le conserva, le comunica e le espone ai fini di studio, educazione e diletto, promuovendone la conoscenza presso il pubblico e la comunità scientifica.

I musei statali sono dotati di autonomia tecnico-scientifica e svolgono funzioni di tutela e valorizzazione delle raccolte in loro consegna, assicurandone e promuovendone la pubblica fruizione. […]’

Il 3 dicembre 2019, il Ministro della Cultura D. Franceschini ha ufficializzato la notizia secondo la quale il Museo Archeologico di Cagliari è diventato ‘museo con autonomia speciale’, inserendosi, così, tra le grandi eccellenze nazionali.

Dopo un lungo ed importante percorso che vide le sue origini nel 1800, quando il Viceré Carlo Felice fece allestire, in una sala del palazzo Viceregio, il Gabinetto di Archeologia e Storia naturale, il Ministero ha riconosciuto la rilevanza del Museo di Cagliari, il quale offre un’inestimabile collezione archeologica, importante per la storia del territorio sardo. Custodisce, inoltre, uno dei più antichi esempi di statuaria in pietra nell’ambito del Mediterraneo, risalente al periodo nuragico, ossia i Giganti di Mont’e Prama, immagini che si ritrovano anche nei bronzetti nuragici.

In tutto i nuovi ‘musei autonomi’ sono sette, collocati in tutta Italia, ma tendente verso il centro-sud.

Oltre al già nominato museo del capoluogo sardo, troviamo la Pinacoteca Nazionale di Bologna, il Vittoriano-Palazzo Venezia di Roma, il Museo Nazionale d’Abruzzo, il Palazzo Reale di Napoli, il Museo Nazionale di Matera e il Parco Archeologico di Sibari.

Così il Museo di Cagliari è divenuto ‘eccellenza tra le eccellenze’.

Riproduzione Riservata

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società