La Fisica Quantistica spiegata a mia nonna

La Fisica Quantistica spiegata a mia nonna

Dic 23, 2019 Off Di Massimiliano Perra

Cari lettori, bentrovati nella rubrica dedicata al coaching, voglio parlarvi di fisica quantistica, una branca della fisica nata ai primi del 900’ e che riveste una grandissima importanza per la nostra vita. Voglio però parlarvene in maniera semplice in modo che possiate afferrare i concetti di base di questa disciplina che ha cambiato il mondo.
I nostri nonni e le nostre nonne sono persone estremante sagge, ho scelto questo titolo perché non tutte le nonne si occupano di fisica quantistica per cui se riusciamo a spiegarla a nostra nonna risulta sicuramente facile anche per noi capirla.
I fisici riconoscono la presenza di un campo energetico che permea tutto il nostro universo e all’interno del quale tutti siamo immersi. Questo campo di energia, chiamato in diversi modi ci connette a un potenziale immenso, a infinite possibilità di scegliere una delle realtà possibili.

Vediamo ora d'illustrare brevemente e in maniera semplice i concetti di base di questa materia. Il primo principio di cui parliamo si chiama principio di indeterminazione di Heisenberg, dal nome dello scopritore e dice semplicemente che nell’infinitamente piccolo non siamo capaci di determinare contemporaneamente la velocità e la posizione di una particella poiché tanto più determiniamo con precisione una di queste grandezze quanto più è difficile, se non impossibile, determinare l’altra. Questo fatto si verifica a causa della presenza dell’osservatore che con la sua coscienza altera la realtà non permettendo la determinazione delle due misure contemporaneamente. Questo ci deve far riflettere poiché il ruolo dell’osservatore (uomo) diventa fondamentale: la sua presenza determina un cambiamento, un’alterazione della materia.
Grazie a questo principio l’uomo riprende il suo posto nell’universo: interagisce realmente con il mondo fisico.
Un secondo fenomeno estremamente importante è quello dell’entanglement (intreccio). Questo fenomeno attraverso il teorema di Bell (il fisico che lo ha scoperto) dice che se due particelle sono nate dalla stessa fonte, allora queste resteranno connesse per sempre oltre lo spazio e il tempo. Se una particella ruota a destra anche l’altra ruoterà a destra, oppure se ruota a sinistra anche l’altra ruoterà nella stessa direzione. Le due particelle, anche poste in due luoghi remoti dell’universo, continueranno a essere “intrecciate” fra loro scambiandosi informazioni a velocità apparentemente superiore a quella della luce. In realtà le due particele si dice producano dei campi che si propagano in tutto l’universo ed è per questo che le informazioni vengono scambiate in maniera repentina. Questo fenomeno si è visto funzionare anche per gli esseri umani. Si pensa sia alla base della telepatia e della chiaroveggenza. Pensate ad esempio a una mamma che sta a Roma e che sente nel cuore della notte di dover chiamare il proprio figlio. Scopre che il figlio che si trova nello stesso momento a New York, magari è rimasto coinvolto in un piccolo incidente.
Chi non conosce questo principio pensa si tratti di coincidenza invece il fenomeno è legato proprio al teorema di Bell (Jung avrebbe parlato di sincronicità).
Siamo cioè in connessione con tutto e tutti, soprattutto con le persone che ci stanno più vicine. Sarebbe quindi opportuno formulare pensieri e intenzioni positive e costruttive poiché queste informazioni arrivano in maniera istantanea alle altre persone modificando il loro campo energetico positivamente o negativamente. Un altro principio fondamentale è quello legato all’equazione d’onda che dice che l’osservatore è colui che con la sua intenzione, pensiero, coscienza va a far collassare quella funzione d’onda. Collassare significa che proprio l’osservatore con la sua presenza determina una e una sola delle infinite possibilità. È come se scegliesse una sola possibilità da quel campo d'informazioni di cui abbiamo parlato all’inizio. Diventa fondamentale sceglier il meglio per noi e rinnovare costantemente questa scelta. Il campo energetico (universo) penserà a come orchestrare le varie forze in gioco per farci vivere quella realtà.
È dunque importantissimo ricordare che siamo noi gli artefici del nostro destino anche attraverso le nostre scelte. Il campo quantistico risponde sempre sia in maniera positiva e sia in negativa. Grazie alle scoperte della fisica quantistica, l’uomo riprende il suo posto nell’universo essendo connesso a tutti e a tutto ed essendo una parte fondamentale di questo infinito campo di forze.

Vi suggerisco pertanto di formulare pensieri e intenzioni costruttive e potenzianti in modo da costruire la vostra vita e facilitare anche la vita delle persone a voi vicine.

 

Vi auguro il meglio, buona vita, sempre!

 

 

Riproduzione Riservata

Hits: 43