L’ amicizia

Ogni viaggio da me condotto e vissuto un mondo alla volta, ha sempre recato con sé una ricerca profonda di relazioni con l’altro e ha rappresentato uno stimolo per comprendere cosa sia per me l’amicizia. Nella mia esperienza, ho compreso che l’amicizia ha un costo, ma non ha prezzo. Se ha un prezzo non è amicizia, è destinata a morire e da questi rapporti bisognerebbe scappare. Perché costo e prezzo non sono la stessa cosa. Ha un costo fatto di sacrifici, tensioni e distanze da sbrogliare e comprendere, fatto di pazienza per mettersi accanto, perseveranza e accoglienza. Non ha prezzo perché è destinata alla perfezione, forte anche più dell’amore. Spesso però il prezzo si manifesta a colpi di ultimatum - “o cambi o ti mollo”- o nella forma dello spasmodico desiderio di considerazione e affetto che sia a misura nostra. Prezzo è anche che l’altro sia amico di tutti, dal primo all’ultimo arrivato, senza distinzione, quale che sia il reale legame. Ma, dal mio punto di vista, l’amicizia è fatta di strati e gradi. Il prezzo spesso passa da frasi come: “ti ho difeso” “quando tu avevi bisogno io c’ero” “sono fatto così” “te la prendi sempre con me” “non ci vediamo mai”.

L’amicizia soccorre, precede e anticipa, analizza ogni situazione e consegna il calcolo che fa crescere entrambi, che tutela l’amicizia stessa e non se stessi. Perché l’amicizia è sì composta da individui con le proprie peculiarità ma assume una sua identità nell'insieme, come fossero due colori che ne creano uno nuovo. Perché le persone sono una cosa, ma l’amicizia è somma e risultato. Io posso non essere una tua priorità, perché nuove sfumature possono portarmi lontano, anche fisicamente, ma è una mia priorità il nostro legame.

L’amicizia è la cosa più fruttuosa del mondo e la mia felicità non è data dal numero di legami, quanto dalla capacità di viverli senza nessun prezzo, un mondo alla volta!

Riproduzione Riservata

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società