Caro direttore, è tutto questione di audience?

Caro direttore

è vero che giornali e Tv spesso enfatizzano le cattive notizie. Lo fanno per motivi di audience, ben sapendo che l’essere umano è morbosamente attratto da fatti di sangue e violenza, beninteso quando questi riguardano gli altri. Sarebbe però assurdo che fossero taciuti o minimizzati i tanti, troppi accadimenti criminosi che sono una drammatica costante di questa nostra società. Il bene senza dubbio esiste, ma è un qualcosa in via di estinzione.

Bisogna andarlo a cercare, con non pochi sacrifici e sotto la spinta di profonde motivazioni interiori. Il male invece lo trovi dappertutto, senza bisogno neppure di cercarlo, perché è lui che ti cerca e spesso ti trova.

Questa è la realtà. Se poi vogliamo lasciarci incantare da favolette e storielle edificanti, nessuno ci vieta di farlo.

Giada

 

 

Cara Giada

prima di cercare di risponderle mi piace iniziare con una poesia di Gianni Rodari:

"Se io avessi una botteguccia
fatta di una sola stanza
vorrei mettermi a vendere
sai cosa? La speranza". 

Il bene esiste, la speranza esiste !!! Tra le righe lei da già una risposta, il bene va cercato, va fatto conoscere con sacrifici. Talvolta il bene non fa notizia, viene dato per scontato o semplicemente sottaciuto. E' vero che fatti di cronaca o accadimenti politici fanno più notizia ma mai smettere di cercare la speranza e la positività delle cose. Ogni giorno nella nostra vita incontriamo persone che lottano per un lavoro più degno, lottano con dignità. In un mondo dove tutto sembra negativo, c'è sempre bisogno di portare messaggi positivi.

 

 

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società