Cosa trovo al mercato, la Zucca

La pianta della zucca è un’erbacea rampicante appartenente alla famiglia delle Cucurbitace, i frutti tendono a maturare generalmente dalla fine di agosto agli ultimi giorni di novembre.

 

Le specie commestibili coltivate in Italia sono tre:

  • Cucurbita pepo, i cui frutti ancora non sviluppati e verdi sono noti come zucchine;
  • Cucurbita maxima, o zucca comune dal frutto tondo e grande e dalla polpa gialla;
  • Cucurbita moschata, dai frutti di taglia media e di forma allungata.

 

Valori nutrizionali
La zucca è un alimento ideale nelle diete ipocaloriche e in quelle dei pazienti diabetici. La polpa è molto digeribile, ottima quindi nell’alimentazione dei bambini e delle persone anziane. Essendo un ortaggio di colore arancione è ricca di betacarotene, sostanze che l’organismo utilizza per la produzione di vitamina A e che ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.
Per la maggior parte è composta da acqua; sono presenti molti minerali e vitamine (tra cui calcio, potassio, sodio, magnesio, fosforo e vitamina B, E e C), una buona quantità di aminoacidi e una discreta quantità di fibre.
I semi di zucca (ricchi di proteine) invece contengono cucurbitina, una sostanza che protegge la prostata e aiuta a contrastare patologie dell’apparato urinario maschile e femminile e aiutano anche a prevenire la cistite.

 

Proprietà e benefici
Previene le patologie cardiovascolari. Grazie al betacarotene che aiuta a contrastare l’insorgenza dei radicali liberi e l’invecchiamento cellulare. La zucca è ricca di grassi buoni come l’Omega-3, importanti per la riduzione del colesterolo, dei trigliceridi ematici e della pressione sanguigna.
Previene la stitichezza e aiuta contro la ritenzione idrica. Grazie all’alto contenuto di fibre e di acqua, favoriscono il corretto funzionamento del transito intestinale e riequilibrano la flora intestinale. Utile in caso di colite e di emorroidi. L’acqua e il potassio favoriscono la diuresi e contrastano la ritenzione dei liquidi.
Alleato contro insonnia e ansia. Il magnesio che è un miorilassante naturale e facilita la distensione dei muscoli. La zucca contiene anche triptofano, un amminoacido coinvolto nella produzione della serotonina (il cosiddetto “ormone del buonumore”), utile a combattere l’insonnia, la fame nervosa e la depressione.
Nutre e protegge pelle, capelli e unghie. La polpa della zucca viene usata nella preparazione di maschere e creme emollienti per il corpo, per i capelli e le unghie fragili e che tendono a spezzarsi.

 

Come riconoscerne la freschezza?
Se la zucca è intera, basta darle dei piccoli colpetti sulla buccia: deve emettere un suono sordo!!
Se si compra già tagliata a pezzi, la superficie non deve essere asciutta e troppo matura, mentre i semi devono essere umidi e scivolosi. Il picciolo sia integro e ben attaccato e la buccia senza ammaccature. La polpa deve risultare dura.

 

Come conservarla?
La zucca intera si può conservare per tutto l’inverno in ambiente fresco e asciutto, mentre la zucca a pezzi va conservata in frigo, possibilmente avvolta nella pellicola trasparente e sistemata assieme alle altre verdure. Va consumata entro una settimana.
Per una buona conservazione, bisogna evitare di provocare contusioni al frutto che ne accelerano il deterioramento della polpa.

 

 

 

 

 

Riproduzione Riservata

© Riproduzione Riservata - Sardegna Società